Home Figli Salute Cervello dei bambini: le differenze già appena nati

Cervello dei bambini: le differenze già appena nati

CONDIVIDI

differenza cervello tra bambino e bambina

Secondo una recente scoperta, le differenze nel cervello umano a seconda del sesso sono riscontrabili già da piccolissimi. Ecco perché il nostro comportamento è un mix di biologia e socialità.

In media, uomini e donne hanno differenze psicologiche in modi piccoli ma percettibili, come la personalità, gli interessi, gli aspetti cognitivi. Si tratta però di aspetti innati o determinati dalla socialità?

Le differenze nel cervello rispetto al sesso

L’Università del Wisconsin-Madison guidata da Douglas Dean III ha reclutato 149 madri incinte che  poi hanno partorito – 77 bambine e 72 bambini – e hanno analizzato il cervello dei bambini per un mese dopo la nascita.

Il team di ricercatori ha scoperto che il cervello dei bambini è più grande dell’8,3%, in linea con la differenza di volume nel cervello che è stata scoperta da adulti e riscontrabile in altri studi sui bambini. Inoltre, si è visto che il cervello maschile ha relativamente più materia bianca (quella connettiva), mentre quello femminile più materia grigia, relativa al peso totale del cervello.

Un numero di specifiche aree neurali sono più larghe nei maschi, come il sistema limbico coinvolto con le emozioni.

I ricercatori hanno trovato delle differenze nell’ippocampo, più grande nelle femmine, un’area che coinvolge la memoria.

Allo stesso tempo il cervello femminile è più grande in altre aree limbiche.

Ci sono inoltre differenze di sesso più piccole che sono state trovate negli adulti, cosa che suggerisce che la maturazione continua questa differenziazione, come l’alto volume di steroidi ricettori della sessualità in queste aree del cervello. Questa differenziazione è suggerita dalla socializzazione, che però lavora con le forze biologiche preesistenti.

Ci sono invece una serie di aree che sono costruite in maniera diversa tra i due sessi; il motivo di questa nuova ricerca è aiutare l’interpretazione di studi più precisi per le differenze psicologiche non ancora scoperte da tra i due sessi. Per esempio il modo in cui si reagisce allo stress: questo è determinato dalla variazioni legate al sesso dell’amigdala. Ciò significa che le differenze determinate fin da quando si è molto piccole tra uomini e donne sono molto difficili da smuovere, anche con l’intervento sociale.

E voi unimamme cosa ne pensate?

Intanto vi lasciamo con il post che parla delle tappe del cervello umano, dalla formazione all’essere adulti. 


Universomamma è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie seguici qui: Universomamma.it