Photo by Daniele Venturelli/Daniele Venturelli/Getty Images

Francesco Renga tra i big della 69esima edizione del Festival di Sanremo. Con la sua canzone “Aspetto che torni” ha raccontato anche la malattia del padre.

Tra i big della 69esima edizione del Festival di Sanremo c’è anche il cantante Francesco Renga.
La canzone che presenta al festival si intitola: “Aspetto che torni”. In diverse interviste ha raccontato di aver scritto la canzone ispirandosi al padre, alla sua storia. Il padre di Renga è malato di Alzheimer, racconta in questa canzone tutto il suo dolore della sua vita familiare.

Le emozioni che hanno spinto Francesco Renga a scrivere il brano per Sanremo 2019

Francesco Renga è per la settima volta sul palco di Sanremo 2019. Quest’anno si presenta con la canzone “Aspetto che Torni”. Una canzone dove Renga parla della sua famiglia, di tutte le difficoltà che ha dovuto affrontare. Il cantante ha perso la madre a 19 anni per colpa di una grave malattia. Nella canzone racconta del padre malato di Alzheimer e che quando lo va a trovare gli parla sempre della moglie scomparsa tanti anni fa.

“Cerco ancora nei miei occhi
Il sorriso di mia madre. Mi manca da trent’anni e
Vorrei dirle tante cose”

“Che mio padre adesso è stanco Che la ama più di prima
Ed è l’unica cosa che sa ricordare”

Il cantante in varie interviste dichiara come e perché ha scritto questa canzone: “Ho scritto la canzone in una notte. In questa canzone, ho trovato ispirazione e hanno trovato voce parole che probabilmente sedimentavano in me da un po’ di tempo. In questo testo, ci sono tutti gli elementi cardine della poetica che ho scritto in questi anni. Ci sono le assenze, come mia madre, e le presenze, come mio padre. Mio padre è molto anziano, ha quasi 90 anni e malato di Alzheimer, e ogni volta che vado a trovarlo mi parla solo di mia madre”.

Photo by Daniele Venturelli/Daniele Venturelli/Getty Images

In questa canzone ha deciso di raccontarsi, parla della sua vita di uomo adulto e maturo: “È una canzone che racconta l’uomo che sono oggi, la fotografia di un cinquantenne con due figli adolescenti che da tre anni vive una vita diversa, un amore nuovo e una consapevolezza matura“. Renga era sposato con Ambra Angiolini e dichiara di aver capito che a 50 anni di dover cercare la felicità nelle piccole cose: “Mi si è creato un corto circuito in testa, ho dovuto raccontare questa storia attraverso una storia d’amore più matura, più delicata e discreta, più adulta. Si parla delle piccole cose della quotidianità di un amore: guardare la tua compagna mentre dorme o immaginare di seguirla durante la sua giornata di lavoro, tutte cose che diamo per scontate. Ho capito a 50 anni che la bellezza e la felicità stanno in queste piccole cose. Inutile cercarla la troviamo a portata di mano”. 

Di seguito il testo della canzone di Renga:

“Aspetto che Torni

“Io che guardo sempre il cielo
E sogno ancora di volare
Ogni volta più lontano e poi
Non so più come tornare
Con un poco di fortuna
E due stelle da seguire
Ho trovato le tue braccia ad aspettare.
Cerco ancora nei miei occhi
Il sorriso di mia madre
Mi manca da trent’anni e
Vorrei dirle tante cose
Che mio padre adesso è stanco.
E forse sta per arrivare
Che la ama più di prima
Ed è l’unica cosa che sa ricordare
C’è un universo che mi riempie le mani
Il mondo si perde
Tu invece rimani
C’è un mare dentro negli esseri umani
Aspetto che torni stasera
Per stare con te
Oggi voglio camminare
Come un treno sui binari
Diventare un’emozione che attraversa i tuoi pensieri
E seguirti tra le cose che ogni giorno devi fare
Come vento per poterti accarezzare
E guardarti mentre dormi
Che mi sembra che sorridi
Ed entrare nei tuoi sogni
Di nascosto come i ladri
Per rubarti la bellezza
Che nemmeno sai di avere
C’è un universo che mi riempie le mani
Il mondo si perde
Tu invece rimani
C’è un mare dentro negli esseri umani
Aspetto che torni stasera
Sei l’ossigeno che cerco quando resto senza fiato
Il coraggio che mi serve quando sono disperato
La sorpresa che ogni volta
Mi fa sentire vivo
Tu sei
Tu sei
Tu sei
Tu sei
Un universo che mi riempie le mani
Il mondo si è perso
Tu invece rimani
Un mare den
tro nei nostri destini
Io aspetto che torni stasera
Aspetto che torni”

LEGGI ANCHE > Andrea Bocelli e il figlio a Sanremo 2019: le commoventi parole – VIDEO

Voi unimamme siete emozionate e colpite dalle parole di questa canzone?