Oggi é la Giornata Mondiale della salute mentale e in questa occasione vogliamo mostrarvi il volto della depressione.

Sulle malattie mentali, purtroppo, ancora ai nostri giorni, vigono molto scetticismo e tanti pregiudizi. Eppure, persino la stimatissima Organizzazione Mondiale della Sanità parla della depressione come emergenza globale. 300 milioni di persone ne soffrono in tutto il mondo.

I disturbi psichici, in generale, costituiscono il 26% di tutte le disabilità e hanno un impatto molto forte sulla qualità e quantità di vita, con gravi ripercussioni sul piano affettivo, personale, sociale e lavorativo.

Solo in Europa i costi stimati per questi problemi costituiscono l’1% del Pil, ma a fronte di questa emergenza, nei cosiddetti Paesi benestanti, si investe pochissimo in prevenzione e cura.

Nel mese di settembre è stata lanciata la campagna #faceofdepression per aiutarci ad essere più consapevoli circa il vero volto di questa malattia.

Come appare una persona con la depressione? Come sembra una persona con pensieri suicidi?

Molti di noi, molto probabilmente, si immaginano un uomo o una donna distrutti, qualcuno che piange raggomitolato sul pavimento del bagno.

La realtà di #faceofdepression cerca di spiegare come, molto spesso, le persone che soffrono di depressione, cercano di nasconderlo nella vita quotidiana e quindi somigliano a tutti gli altri.

L’invito è quello di non dare per scontato lo stato d’animo di una persona limitandosi a guardarla in viso. Se pensate che qualcuno che conoscete abbia bisogno di aiuto, affrontatelo, fategli delle domande prima che sia troppo tardi.

1

Talinda Bennington, moglie di Chester Bennington, cantante dei Linkin Park, scrive: “questo è mio marito qualche giorno prima che si togliesse la vita. I pensieri suicidi c’erano ma voi non li vedete.”

2

“Mia figlia. La notte prima che finisse in ospedale avevano partecipato alla danza papà figlia e si erano divertiti molto. Grazie al cielo lei oggi è ancora viva e sta imparando a combattere la sua malattia. All’epoca aveva 8 anni.”

3

4

“Questa foto è stata scattata 7 ore prima che provassi a togliermi la vita per la terza volta. […] Dobbiamo imparare come le tendenze suicide possono presentarsi al di là della nostra ignoranza sull’argomento. Anche solo ascoltando e imparando il minimo segnale possiamo salvare delle vite”.

“Mio figlio qualche istante prima di andare al computer e cercare un modo per impiccarsi. Due giorni dopo ci ha provato”.

5

Depressa e ancora depressa

“La depressione non ha un volto. Posso andare in giro, avere un giorno fantastico ed essere ancora suicida. La depressione è crudele e non perdona, a volte il giorno in cui sembro meno depressa è il più duro. C’è uno stigma intorno all’apparire fragile, rotta, con il trucco disfatto, una bottiglia di vodka in mano e una nota di suicidio tra le mani per essere degno di attenzione circa il tuo dolore…  La depressione è farsi piccolo piccolo nel letto, è fare un falso sorriso in pubblico, è qualche volta essere esausti solo per essere usciti dal letto. Depressione è anche un eccesso di energia per cercare di distrarti. Depressione è piangere, odiarsi e avere timore. Depressione è anche ridere e cercare di integrarsi. Depressione è un nero molto scuro e freddo. Depressione è condurre una vita normale e apparire funzionante. Depressione è agonia. Depressione è un amico, un conforto. Non giudicate. Non sapete mai cosa sta affrontando una persona dietro un sorriso o una risata. Siate gentili. Non avete idea di quanto significhi per qualcuna una parola gentile. La depressione non ha volto, fermate lo stigma”.

6

“La depressione a casa nostra. Ho cercato di impiccarmi nel nostro attico, ma l’asse si è rotta e sono caduta dal soffitto avvertendo la mia famiglia. Lotto ogni giorno, mio marito cerca di fare del suo meglio ma non riesce a raggiungermi…”

7

“Sì, è possibile essere depressi con un bambino. Ascoltare “non hai motivo di essere depressa con lei intorno” non ha effetto ma mi fa solo sentire peggio. La depressione ti impedisce di fare quello che vuoi perché è letteralmente uno squilibrio nel cervello”.

8

“Questo è il mio ragazzo due settimane prima di impiccarsi. Non capiremo mai…”

Unimamme, voi cosa ne pensate di queste immagini presentate su Bored Panda?

Noi vi lasciamo con il rimedio alla depressione inventato da un ragazzo per la fidanzata.