Home Mamma & Co. Accade nel mondo ” La disabilità non è debolezza”: il messaggio della star di Breaking...

” La disabilità non è debolezza”: il messaggio della star di Breaking Bad

CONDIVIDI

Unimamme, oggi vogliamo parlarvi dell’esempio di un ragazzo che potrebbe trasmettere forza e speranza a tanti ragazzi e genitori.

Disabilità e bullismo: l’attore RJ Mitte in campo per combatterlo

Stiamo parlando di RJ Mitte, attore della nota serie tv Breaking Bad. A dispetto del successo ottenuto con questo show RJ Mitte non ha avuto una vita facile.

Mitte infatti è nato con una paralisi cerebrale infantile diagnosticata a 3 anni, ma la sua famiglia non ha mai permesso che questo gli impedisse di condurre una vita il più normale possibile.

Per la maggior parte della sua infanzia ha dovuto tenere un tutore su entrambe le gambe, ma questo non gli ha impedito di dedicarsi ad attività come la pesca e la caccia.

Sono cresciuto accanto a mio nonno che era stato fuciliere di marina. Non potevo dire “non posso” o “non lo farò”.

Ho sentito spesso dire che non sarei stato in grado di giocare a football americano o a calcio.

Ho sentito spesso dire che non avrei potuto parlare o camminare correttamente, che non ce l’avrei mai fatta da solo, che non avrei mai avuto un’esistenza normale. Queste erano bugie”.

Mitte ora è un attore, un modello e un produttore, dopo aver camminato con le stampelle per tutta l’infanzia, a 13 anni ha imparato a farlo senza,  ha iniziato a perfezionare il suo discorso grazie al lavoro coi logopedisti, ma quando la sua vita sembrava avviarsi a diventare un po’ più semplice una grave tragedia ha colpito la sua famiglia.

“Non pensavo che ci fosse niente di sbagliato in me mentre crescevo. Pensavo che tutti facessero terapia occupazionale e andassero dal logopedista. Pensavo fossero cose comuni finché non sono andato a scuola e mi hanno detto che avevo una disabilità. Per me è stato uno shock. Ho chiesto a mia mamma perché era accaduto. Lei me l’ha spiegato e siamo andati avanti ” ha dichiarato al Guardian.

Quando aveva 9 anni i suoi genitori hanno divorziato, suo padre si è rifatto una famiglia e quando Mitte ha avuto 12 anni sua mamma ha avuto un brutto incidente in auto.

La donna è rimasta paralizzata per 6 anni, proprio dopo aver appena partorito.

Mitte ha dovuto occuparsi della sorellina Lacey, cambiarle i pannolini, darle il biberon, ecc…

Era tanta responsabilità per un ragazzo di quell’età. “Portavo mia sorella ovunque: alle feste, alle cene.”

Nel frattempo Mitte ha avviato la sua carriera e a 13 anni era già la principale fonte di sostentamento economico per la famiglia. L’anno successivo è stato scelto per il ruolo del figlio del protagonista principale in Breaking Bad.

Sapevo cosa aveva passato il mio personaggio, ma io non ho mai dovuto usare le grucce tutti i giorni, è stato arduo vedere tutto ciò che avevo superato, soprattutto perché poco prima di Breaking Bad avevo lasciato i tutori” ha aggiunto su Windy City Time.

Ciò che non sappiamo è che durante la sua infanzia questo attore ha dovuto affrontare un costante bullismo.

“Le persone usavano la disabilità che avevo contro di me. Mi hanno fratturato una gamba, un braccio, mi spingevano, mi colpivano. Ho sopportato tutto questo. Ma la cosa più importante è che non ho mai permesso di essere manipolato. Non ho mai permesso alla paura di influenzare la mia personalità e le mie capacità”.

Ora RJ Mitte si batte per combattere lo stereotipo sulle limitate capacità dei malati.

bullismoHa avviato la campagna #CuttheBull contro il bullismo e l’abuso di bambini con disabilità.

Mitte riconosce che il bullismo sta peggiorando, ed è diverso da quando era lui stesso un bambino che veniva spinto e preso in giro a scuola.  “C’è un momento in cui smette di essere bullismo e diventa aggressione”.

L’attore riconosce che se le ferite fisiche guariscono quelle mentali rimangono per sempre. Mitte vuole incoraggiare anche i testimoni del bullismo a farsi avanti, a proteggere chi ne è vittima. “Se voi vi fate avanti i bulli si spaventeranno, sono poco intelligenti”.

“Questo è il momento di abbracciare le nostre differenze, è il momento di accettare le persone per come sono, è il momento di tagliare il bullismo” aggiunge su Brand Point.

Parallelamente a tutto questo Mitte si adopera per invitare Hollywood a non aver paura di assumere attori con disabilità.

“Hollywood è molto dura con gli attori con disabilità a causa dell’idea di perfezione, a causa di ciò che le persone pensano sia la perfezione che però, praticamente non esiste. Così tante persone mettono lo stigma. Vedono la disabilità come debolezza e malattia, ma in realtà non è debolezza, ma forza, conoscenza, è una cosa che puoi utilizzare e impararne”.

Uniamamme, voi cosa ne pensate delle sagge parole e del messaggio di questo giovane attore?

Noi vi lasciamo con il messaggio di una mamma il cui figlio è vittima di bullismo.