Mirko ViciniMirko Vicini era un operaio travolto da un pilone del ponte Morandi crollato a Genova.

Il trentenne era al lavoro nell’isola ecologica di Campi insieme a un collega. La tragedia si è verificata poco prima di iniziare il suo turno nell’area ecologica dell’Amiu.

Il suo corpo non è stato ancora trovato, ormai manca solo lui, mentre invece i resti del collega Bruno Casagrande sono già emersi dalle macerie.

Mentre i soccorritori scavano per trovare il suo corpo sua mamma Paola aspetta da martedì mattina ai piedi del viadotto, dormendo lì.

I dirigenti dell’Amiu hanno offerto a questa mamma un posto nella palazzina dello stabile dove il figlio passava prima di entrare in servizio.

“Io di qui non mi muovo finché non lo trovano” ha dichiarato la donna.

Per due giorni Paola ha alloggiato nella palazzina dell’Amiu poi si è trasferita dall’altra parte del fiume dove la croce rossa le ha messo a disposizione una roulotte.

Unimamme, cosa ne pensate di questa vicenda di cui si parla su Tg com 24?

Noi vi lasciamo con i Funerali di Stato per le vittime di questa immensa tragedia.