Unimamme, quando i bambini piccoli stanno male non è sempre facile intervenire perché non possono spiegarsi. Per questo motivo una mamma ha deciso di diffondere un filmato di sua figlia.

Asma: sintomi mostrati in un video

Mentre la mamma Sophie Cachia era in vacanza con suo marito e i suoi 2 figli, la sua piccolina di 9 mesi ha iniziato a respirare in modo diverso.

Dal momeno che il figlio maggiore Bobby soffre di asma i genitori sono consapevoli dei segnali e hanno agito prontamente portando la bambina in ospedale.

“Dopo essere stati portati in ambulanza la seconda notte e averci detto di tornare se non ci fossimo sentiti sicuro, ecco ciò che ci ha indotti ad andare nuovamente in ospedale.

After being taken in an ambo on our second night and told to come back to the hospital anytime we weren’t sure, this is what we took her back for on our last night. No, we’re not doctors or trained professionals, but with Bobby being an asthmatic (and has been hospitalized multiple times with asthma attacks), we’re well aware of the signs to look for. The sucking in under her throat & her ribs means she’s working really hard to breathe. We used prior knowledge & listened to our gut and Jaryd took her in just before bed time. Lucky, because the poor thing spent the night hooked up to oxygen. I only took this video just before they left in case she got to the hospital and was breathing fine, I always prefer to have something to show them upon arrival. PS: @tinyheartsfirstaid your training comes in to play more than I notice 🙏🏼😘❤️ Update: Florence is doing VERY well and loving being back in her own bed. Thank you again for all the love. Xxx

Un post condiviso da Sophie Cachia (@sophiecachia_) in data:

No, non siamo dottori o professionisti addestrati ma essendo Bobby asmatico (ed essendo stato ricoverato diverse volte per attacchi di asma), siamo molto coscienti di quali segni cercare.

L’aspirare sotto la gola e le costole mostrano che fa molta fatica a respirare. Abbiamo usato la nostra precedente consapevolezza e il nostro istinto, Jaryd l’ha portata poco prima dell’ora di andare a letto.

Fortunatamente, perché la poverina ha trascorso la notte attaccata all’ossigeno.

Ho girato il video prima che uscissero in caso lei, una volta arrivati in ospedale, avesse ripreso a respirare bene.

Preferisco sempre avere qualcosa da mostrare quando arriviamo.

Aggiornamento: Florence sta bene e adora essere tornata al suo letto, grazie per tutto l’affetto.”

Sophie desidera che i genitori guardino il petto o la pancia dei bambini per vedere se aspirano tra le costole come faceva sua figlia in preda a un attacco d’asma.

Inoltre è utile filmare i sintomi dei figli prima di indirizzarsi al medico.

Secondo l’Asthma and Allergy Foundation of America ecco quali sono i sintomi di asma da conoscere:

  • respiro veloce
  • fare fatica a respirare: narice spalancata, pelle che aspira intorno, tra le costole o sopra lo sterno, movimenti esagerati della pancia
  • ansimare con attività normali come il gioco
  • rantolare (suono come un fischio)
  • tosse persistente
  • stanchezza, non interesse nelle normali attività
  • volto molto pallido o blu, anche per le labbra e le unghie

Unimamme, il messaggio e il video di Sophie caricati su Instagram hanno ottenuto più di 110 mila visualizzazioni ed era giusto mostrarvelo.

Noi speriamo che il video aiuti tanti altri genitori a riconoscere in tempo i sintomi di asma.

Vi lasciamo con un approfondimento sul rapporto tra smog e asma.