Home Mamma & Co. Accade nel mondo Mamma scrive un messaggio provocatorio su Facebook, ma viene punita (FOTO)

Mamma scrive un messaggio provocatorio su Facebook, ma viene punita (FOTO)

CONDIVIDI

Una mamma pubblica una foto in cui critica le altre mamme per i loro chili ma diventa oggetto di insulti.

una mamma criticata severamente dai social

Cristina è una mamma colpevole di aver pubblicato un selfie con un post senza averci riflettuto abbastanza a lungo e scatenando così una bufera mediatica che l’ha messa in difficoltà.

Tutto è cominciato con la festa di fine anno scolastico della figlia, momento in cui la donna di Ravenna ha scattato una foto che ha poi deciso di pubblicare sul suo account Facebook, scrivendo: “Mamme iniziate #slimand …perchè i vostri mariti si girano a guardare altre mamme ben più curate”.

Come sfondo al suo selfie vi erano alcune mamme della scuola che non sembravano in forma quanto lei.

Il commento e la foto sono entrati nel mirino di Selvaggia Lucarelli che l’ha fortemente criticata su Facebook.

Ecco un estratto:

o non so se la gente si rende conto dell’inarrestabile abbrutimento a cui i social ci stanno portando, ma se qualcuno sottovalutasse il fenomeno, ecco qui un esempio lampante del suddetto abbrutimento.

“Questa tizia va alla festa della scuola della figlia e anziché parlare con le altre mamme, guardare i figli, mangiare due pizzette cosa fa? 
Fotografa a tradimento le altre madri di spalle, scegliendo accuratamente quelle più in carne e nella posizione più infelice e si fa un selfie. Per raccontare cosa? Che porelle, non si accorgono che alla festa della scuola i loro mariti guardano lei che è magra e bella mica loro che sono brutte e sciatte. Il tutto per pubblicizzare non so quale minchiata dimagrante su cui fa i soldi.

Il post della Lucarelli è diventato virale ottenendo 68 518 Like e 14 112 condivisioni, ma la donna che ha scritto l’incauto messaggio è finita nei guai e ha tentato di spiegare il suo gesto come si legge su Ravenna Today.

“Ho sbagliato, perdonatemi. Ho già perso tutto. La mia vita è distrutta, non mi rimane più niente: sono in mezzo alla strada. Vorrei soltanto ritornare a quel maledetto martedì e non pubblicare mai quel post, perchè a causa di quella foto ho perso tutto. Mi sembra di vivere un incubo”“.

In pochi giorni la donna ha perso il lavoro, molte amicizia e ha persino dovuto tenere i figli a casa da scuola. Anche il marito ha avuto problemi al lavoro.

“Ho sbagliato, sono profondamente rammaricata: giuro che non era mia intenzione offendere nessuno – spiega Cristina – Quando ho postato quella foto non mi sono resa conto che poteva esserci un’associazione tra la mia frase e le donne alle mie spalle: la mia frase, infelice, non era riferita a quelle donne nello specifico, nè intendevo dire che i mariti guardavano me, ma le donne curate in generale. Ciò che intendevo dire è il messaggio che ho sempre cercato di dare alle mie clienti, donne che non si sentono a loro agio con il loro corpo e che vogliono tornare in forma: anche se sei mamma, basta poco per tornare a piacersi“.

La stessa Cristina, dopo il parto, aveva preso diversi chili e non si piaceva più. Grazie all’attività fisica però è riuscita a tornare in forma.

“Non sarei mai stata tanto stupida da offendere volontariamente proprio le persone che ogni giorno cercavo di aiutare, ma mi rendo conto di averlo fatto“ ha aggiunto, sconsolata. Nel suo messaggio nominava un’attività che non è un programma dimagrante, ma uno stile di vita legato all’attività lavorativa. A causa di questo le è stato revocato il contratto.

Quando Cristina si è accorta che Selvaggia Lucarelli aveva ripreso il suo messaggio lei ha cercato di cancellarlo. “Non l’ho cancellato per nascondere ciò che avevo fatto, ma perchè mi sono resa conto cheavevo trasmesso un messaggio sbagliato. Poi mi sono scusata ma ormai era troppo tardi”.

I velenosi commenti però non sono tardati a comparire.

„”Tuo marito ti fa le corna”, “Sappiamo dove vanno a scuola i tuoi bambini”, “Tua figlia non andrà più alle feste”, “Con una mamma bulla tua figlia non potrà che essere una bulla”.

I figli minorenni di Cristina non sono più andati a scuola perché temono il giudizio dei compagni di scuola. La coppia pensa di contattare uno psicologo per aiutare la figlia.

Il marito della donna ha commentato così la situazione:
“non si può pretendere di uccidere una madre che ha fatto un errore. La sua vita, la sua reputazione, la sua faccia, la sua famiglia, il suo lavoro: tutto è stato raso al suolo. Chi la conosce, come me, sa che quella frase infelice non rappresenta Cristina.“

Unimamme, voi cosa ne pensate di quanto accaduto a questa mamma per un messaggio su Facebook?

Noi vi lasciamo con la storia di una mamma criticata per la torta di compleanno del figlio.