Home Mamma & Co. Accade nel mondo Morto il piccolo youtuber malato di tumore: addio a Lele Joker (VIDEO)

Morto il piccolo youtuber malato di tumore: addio a Lele Joker (VIDEO)

CONDIVIDI
morto il piccolo youtuber
Lele Joker

Morto il piccolo youtuber malato di tumore: addio a Lele Joker, il bambino di 9 anni diventato popolare grazie ai suoi video.

Avevamo parlato di lui pochissimi giorni fa, Lele Joker il bambino di Milano malato di tumore che a soli 9 anni ha ottenuto uno straordinario successo su YouTube. Torniamo ad occuparci di lui, purtroppo non per una bella notizia.

Lele Joker morto per via del tumore: l’addio al piccolo youtuber

Gabriele, in arte Lele Joker, era diventato in poco tempo uno youtuber di successo, grazie ai simpaticissimi video in cui raccontava la sue giornate e le sue passioni e dispensava anche consigli di saggezza, sull’amore e sui sogni.

Malato di neuroblastoma, una gravissima forma di tumore del sistema nervoso, Lele non aveva perso l’entusiasmo e l’amore per la vita. Soprattutto non aveva rinunciato ai suoi sogni.

Bella a tutti i ragazzi!, è il saluto che apre i video di Lele Joker (li trovate sul suo canale You Tube). Una verve e una simpatia fuori dal comune per questo bambino di soli 9 anni, sempre pronto a scherzare con una buffa ironia mista a dolcezza, un piccolo personaggio fuori dal comune. Lele aveva una abilità nel parlare e una scioltezza davanti alla videocamera degne di un consumato showman.

In poco più di tre mesi, il suo canale lo ha aperto lo scorso dicembre, il piccolo youtuber ha intrattenuto i fan con video sulla sua vita quotidiana, una battaglia contro una terribile malattia di cui tuttavia non ha mai trasmesso l’angoscia o il dramma. Solo cose belle da lui.

Lele Joker (Da YouTube)

Una forza incredibile da parte di questo bambino nel voler andare avanti, affrontare la vita con leggerezza, che non significa superficialità ma positività e sorrisi, anche quando si sta male. Nelle sue parole oltre alle battute c’era tanto amore, consapevolezza delle cose importanti.

Grato alla sua famiglia e ai genitori, Lele Joker è stato un bambino pieno di vitalità e allegria, desideroso di sentimenti positivi e calore, di cui aveva bisogno anche dagli altri, dal suo pubblico, oltre a quelli che riceveva dalla famiglia.

Ho alcune cose che mi rendono triste, io non ho una vita normale, ho tante cose a cui pensare, ma vi prego: non scrivetemi cose brutte, siete le mia forza“, chiedeva ai suoi fan.

Al pubblico chiedeva di seguirlo, di iscriversi alla sua pagina, mettere i like ai suoi video e scrivergli cose belle, mostrargli tutto quell’affetto di cui aveva bisogno nella lotta contro la malattia. Chiedeva anche consigli su come aprire e chiudere i video, perché forse quel “bella a tutti i ragazzi”, dallo slang milanese, magari poteva non piacere a tutti.

I suoi fan lo hanno amato per com’era e sempre lo porteranno nel cuore. Come i sui dolcissimi e candidi consigli sull’amore: “Quando potete innamorarvi, fatelo non perdete l’opportunità. Deve essere vero amore. Se non è vero amore non provarci neanche”.

Ma le parole che resteranno nel cuore di tutti, per sempre, e che sono per tutti un grandissimo insegnamento sono quelle in cui il piccolo Lele, nove anni malato di un gravissimo tumore, incoraggiava a credere e seguire i propri sogni:

Ragazzi, inseguite i vostri sogniio da grande voglio fare il dottore e io questo farò, perché io voglio inseguire il mio sogno: mi laureerò, per mia mamma e per mio padre e per me, perché io voglio aiutare le persone a stare meglio… inseguite i vostri sogni perché vi fa bene, vi aiuta, stimola il vostro cervello”.

Lele un sogno lo aveva raggiunto, nel frattempo, quello di diventare youtuber e ottenere una certa popolarità. Il sogno più grande, quello di diventare medico da grande, non l’ha realizzato o forse qualcuno lo ha chiamato a sé perché aveva bisogno della forza e dell’amore di questo straordinario bambino.

Lele è venuto a mancare negli ultimi giorni. Il 28 marzo la famiglia ne ha dato comunicazione sul suo canale YouTube, postando un video muto di pochi secondi in cui scorre l’immagine di Lele che sorride e alza il pollice. In didascalia al video è scritto:

Il nostro Gabriele è’ volato in cielo.. Lui direbbe: bella tutti i ragazzi questo video finisce qui, ci vediamo in un prossimo video😃”

Anche il fratello Luca ha voluto celebrare il piccolo Gabriele con un video, “Frammenti di me” che vi invitiamo a vedere direttamente sul canale Youtube e a commentarlo, siamo certi che farà bene alla famiglia.

Anche noi di Universo Mamma lo vogliamo ricordare così: “Bella Lele! Insegna agli angeli a fare i video”.

Qualche mese fa vi avevamo raccontato un’altra storia di amore e coraggio di un altro bambino malato di neuroblastoma, Jacob, un bambino americano, anche lui di 9 anni, che prima di morire aveva chiesto a tutto il mondo di mandargli auguri di Natale. Purtroppo nemmeno Jacob ce l’ha fatta, questa malattia terribile, che colpisce i bambini sotto i 10 anni è quasi sempre letale.

Noi di Universo Mamma vogliamo ricordare questi bambini straordinari in tutta la loro dolcezza e il grande insegnamento che ci hanno lasciato. Siete d’accordo unimamme?


Universomamma è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie seguici qui: Universomamma.it