Svolta sulla vicenda del neonato morto trovato in un cespuglio in Alto Adige: è stata trovata la donna che l’ha messo al mondo.

Unimamme, ieri vi avevamo parlato della tragica scoperta del corpo di un neonato in un cespuglio in Alto Adige, precisamente a Lana e Cermes, oggi vi annunciamo che c’è stata una svolta importante sul caso.

Neonato morto trovato in un cespuglio: cosa sta accadendo

Le forze di polizia hanno fermato una donna dell’Est Europa che raccoglieva le mele in Alto Adige.

L’arresto di questa donna di origine romena è stato effettuato dalla Procura di Bolzano nella serata di martedì. Gli inquirenti hanno sentito alcune persone informate sui fatti e hanno sequestrato oggetti e indumenti trovati nella stanza della donna, lavoratrice stagionale. Si presume che sia lei ad aver messo al mondo il bimbo.

Il corpo del neonato, lo ricordiamo, è stato trovato da due escursionisti in un cespuglio tra i meleti di Lana, nei pressi di Merano.

Il piccino aveva la testa avvolta in un panno e segni di violenza.

Il contadino Oswald Verdorfer, uno dei testimoni, ha dichiarato: “Due turisti, dopo essersi fermati nel nostro locale, hanno proseguito con il loro cane per la strada. Dopo pochi metri la donna ha notato qualcosa in un cespuglio e ha chiamato l’amico che si è avvicinato e ha scoperto che si trattava di un bambino. A questo punto mi hanno chiamato e non mi è rimasto altro che allertare il 112″.

Il luogo dove è stato rinvenuto il corpicino è a un metro e mezzo della stradina, una via percorsa dai tanti pedoni presenti nella zona in questa stagione.

LEGGI ANCHE > TUTTE LE POSSIBILI CAUSE DELL’ABBANDONO DI NEONATI E LE POSSIBILI SOLUZIONI

Il contadino ha aggiunto: “Il piccolo era nudo, ma pulito, un maschietto. Io non me la sono sentita di guardare, ero sotto shock. Il turista invece ha controllato il polso e ha detto che il corpicino era freddo”.

Successivamente è stato stabilito dal medico che il piccino era morto da poche ore.

Al momento non sono ancora emerse le eventuali “motivazioni” di un simile gesto.

Nel frattempo la donna è indagata per omicidio aggravato e occultamento di cadavere..

Unimamme, cosa ne pensate di questi ultimi aggiornamenti sulla vicenda raccontati su Il Fatto Quotidiano?