“Niente pacche sul sedere di mia figlia!”: un papà “si vendica” dell’allenatore

papà dà una lezione

Bruttissima cosa quando gli allenatori delle ragazzine si prendono troppe confidenze con loro. È quello a cui ha dovuto assistere un papà americano quando l’allenatore di softball di sua figlia adolescente ha decisamente esagerato nel mostrare entusiasmo per il modo di giocare della ragazza. Il papà ha provato a parlare con l’allenatore, ma quando questi ha mostrato di non aver ascoltato la richiesta del genitore ha ricevuto una lezione che non dimenticherà mai.

Papà dà una lezione indimenticabile all’allenatore della figlia

La vicenda è finita su Reddit e il post è diventato subito virale ed è stato segnalato dal sito Boredpanda.

Il fatto è successo durante una partita di softball di ragazzine. Il papà di una di loro, che in passato aveva allenato la squadra della figlia, è rimasto sconcertato quando l’allenatore delle ragazze ha dato una pacca sul sedere di sua figlia in segno di complimento e di incoraggiamento. La ragazza aveva realizzato un’ottima battuta e l’allenatore Steve (nome di fantasia) aveva pensato di congratularsi con lei in quel modo molto poco opportuno.

Dopo la partita il padre della ragazzina ha avvicinato l’allenatore per manifestargli il proprio disappunto e chiedergli di non ripetere più quel gesto. Steve ha detto di essere d’accordo, ma poi ha dimostrato di non aver ascoltato. Un paio di partite dopo, infatti, l’allenatore ha ripetuto la pacca sul sedere alla ragazzina. In quel momento il padre si è arrabbiato e ha richiamato l’allenatore con un urlo. L’uomo gli ha risposto facendogli con le mani il gesto di stare calmo.

Il papà ha lasciato perdere, poi però è venuto a sapere che l’allenatore aveva messo brutte voci in giro sul suo conto, sparlando di lui. Steve aveva detto che il padre della ragazzina lo aveva messo in imbarazzo (!) e che non avrebbe dovuto far parte della locale lega di softball. Purtroppo la gente della cittadina dove abitano ha mostrato subito solidarietà all’allenatore, conoscendo poco, invece, il padre della ragazzina in città da pochi anni.

Il papà però non si è lasciato scoraggiare. Si ricordava infatti che Steve era stato presidente del club di softball, il Softball Booster Club, dove gioca la figlia e che insieme ad altri responsabili aveva fatto sparire molti soldi, creando un grosso buco di bilancio. Il problema era stato risolto con la richiesta di restituzione del denaro da parte dei nuovi responsabili della società, senza far partire denunce. I soldi erano stati restituiti e il problema risolto. Il papà si era anche ricordato che Steve e la figlia gestivano un’altra associazione legata alla lega di softball, Civic Center and Club Meetings. Anche qui mancavano dei soldi, che Steve e la figlia probabilmente prelevavano per scopi personali.

A seguito di questi eventi, il papà ha deciso di dare una lezione all’allenatore della figlia. Per prima cosa ha tagliato tutti i fondi che ogni anno la lega di softball donava all’associazione Civic Center and Club Meetings, scatenando le ire dell’allenatore.

Steve ha accusato il padre della sua allieva di usare i ragazzini dell’associazione per attaccarlo e poi ha continuato a diffondere voci false sul suo conto, che sono arrivate fino ai suoi figli. È stato a quel punto che il papà ha deciso di andare oltre e prendere una decisione drastica: una denuncia contro Steve sui soldi sottratti alle associazioni locali di cui ha fatto parte.

Il papà ha dato una lezione memorabile all’allenatore della figlia scrivendo una lettera anonima all’FBI. La missiva conteneva tutte le informazioni sui soldi spesi da Steve nelle associazioni di beneficenza cittadine, con dati, documenti e scontrini o note di spesa mancanti. L’FBI ha condotto tre mesi di indagine e infine ha messo sotto accusa Steve, suo figlia e suo figlio. I tre devono ora restituire ben 80.000 dollari.

Steve è stato condannato a due anni di reclusione ed è stato lasciato dalla moglie, ma la punizione che il papà ha preferito è stata la sua cancellazione del suo nome dalla lega del softball e soprattutto il divieto di far parte in futuro di associazioni di beneficenza.

L’azione di questo papà ha ottenuto il plauso di diversi genitori: più di 36 mila persone hanno commentato dando ragione a questo papà.

Che ne pensate unimamme? Una punizione adeguata per questo allenatore, di fatto molestatore di ragazzine?

Vi ricordiamo il nostro articolo: Figli adolescenti e ruolo dei genitori: ecco cosa cambia dagli 11 ai 18 anni

Firma: valeria bellagamba

Notizie Correlate

Commenta