Diventa mamma dopo 4 anni di tentativi e un aborto grazie a un “braccialetto”

La lotta per il concepimento è una battaglia combattuta da tante famiglie, ultimamente, sempre più strumenti tecnologici vengono in aiuto degli aspiranti mamme e papà.

Fertilità: il primo nato grazie a un nuovo aiuto per diventare genitori

Lizzie McGee, di 32 anni, dopo 4 anni passati a provare a rimanere incinta per il primo figlio e un anno per il secondo, e dopo aver speso migliaia di dollari in trattamenti per la fertilità, ed un aborto spontaneo, ha deciso di provare qualcosa di nuovo, ed è divenuta la prima donna al mondo ad aver concepito e partorito un bambino grazie a un nuovo strumento tecnologico a forma di bracciale.

Ava è infatti un braccialetto (Fitbit) che aiuta le mamme a rimanere incinte segnalando quando sono più fertili.

Questa donna ha raccontato che “l’esperienza di concepire il nostro primogenito è stata molto difficile, non volevo affrontare la stessa situazione con il secondo”.

Lizzie e suo marito hanno quindi deciso di investire circa 200 dollari in questo nuovo braccialetto usandolo per tre mesi prima di concepire.

Secondo quanto dichiarato dal creatore di Ava, i problemi per concepire il secondo figlio sono molto più comuni di quanto si pensi.

Ava si sincronizza con il corpo ed è in grado di acquisire l’intera ovulazione della donna, favorendo così il concepimento.

 

Rispetto ad altri kit di fertilità che si limitano a segnalare i giorni più fertili per la donna, Ava individua un’intera finestra per il concepimento.

Anche alcuni studi scientifici hanno confermato la validità di questo strumento tecnologico.

Come funziona? La donna deve indossare Ava solo prima di andare a dormire e durante la notte, Ava a quel punto prende nota dei parametri in un contesto di riposo in cui le risposte fisiologiche non sono determinate dalle attività. Parametri come: 

  • battito cardiaco
  • tasso di respiro
  • temperatura, ecc.

la cui combinazione indica un aumento degli ormoni della riproduzione quali progesterone e estradiolo. Secondo recenti studi, questo braccialetto è in grado di individuare una finestra di circa 5,3 giorni nel ciclo di una donna.

Ava si sincronizza poi con la App scaricata sul cellulare ogni mattina.

Dall’App è possibile controllare dati riguardanti:

  • sonno
  • stress
  • riposo
  • ovulazione

Unimamme, voi cosa ne pensate di questa storia raccontata da USA Today?

Noi vi lasciamo con alcune indicazioni per aumentare le probabilità di concepire.

 

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta