Una donna ammette di non indossare un assorbente mentre nuota.

L’affermazione di una donna sulle sue abitudini

Ecco cosa ha scritto una donna:

Una conversazione divertente e leggera con mia sorella e un’amica e totalmente a caso.

Ogni venerdì nuoto con la mia altra metà. Mia sorella mi ha detto che è indegno da parte mia nuotare mentre sto sanguinando. La mia amica invece non è d’accordo, a lei sta bene. Sono andata a nuotare quando il mio periodo era praticamente finito (giorno 5).

Nuoterei mentre è pesante? Direi di no, non lo farei. E voi?

Mia sorella sostiene che non è giusto nei confronti degli altri nuotatori e l’amica dice che a lei non importerebbe.

Ci sono delle regole al riguardo? Voi cosa fareste? Un tampone sarebbe la soluzione idonea se voleste nuotare?

Non sono sicura riguardo gli altri ma se faccio il bagno usando un tampone questo si riempie d’acqua e si espande rapidamente o sono solo io?

Voi nuotereste mentre avete le mestruazioni?”

Questa mamma ha lanciato il suo quesito su Mumsnet, ricevendo diverse risposte.

Fash84 ha risposto: “nuotare senza una coppetta o un tampone è disgustoso. Nessuno desidera i tuoi fluidi del corpo sulla loro faccia, questo si estende anche al fare pipì in piscina.”

Dementedpixie scrive: “certo che puoi nuotare mentre hai il tuo periodo, io uso un tampone”.

Kirsten Raymonde scrive: “nuotare durante il tuo periodo va bene, ma non capisco perché lo fai senza un tampone”.

Someseteadow: “non uso niente. L’acqua fredda ferma il sangue”.

Dementedpixie precisa: “non è un mito che l’acqua fredda fermi il sangue? Semplicemente scorre via e viene diluiti dall’acqua della piscina, usa un tampone o una coppetta”.

Jessica Shepherd, professorressa di ostetricia e ginecologia precisa che non è vero che l’acqua fredda fermi il sangue.

“C’è una pressione per fermare il sangue dallo scorrere fuori”.

La donna autrice del messaggio ha poi precisato che lei nuota nell’ultimo giorno del sanguinamento “stiamo parlando di una leggera perdita. Non nuoterei senza un tampone se fossi nel mezzo del ciclo”.

Unimamme, voi cosa ne pensate di queste affermazioni?

Noi vi lasciamo con la storia di una bambina umiliata a scuola a causa delle mestruazioni.