Home Aborto e Morte Perinatale Una mamma incinta onora la figlia nata morta con magnifiche foto “arcobaleno”...

Una mamma incinta onora la figlia nata morta con magnifiche foto “arcobaleno” (FOTO)

CONDIVIDI

Una mamma onora la sua bimba arcobaleno con un bellissimo servizio fotografico.

Una mamma e il suo servizio fotografico per la sua bambina arcobaleno

Samantha Gadd è una mamma che ha subito diverse perdite prima di coronare il suo sogno di maternità.

Nel 2016 questa mamma ha subito un aborto spontaneo, quindi nell’ottobre scorso è stata sopraffatta dalla gioia apprendendo che era di nuovo incinta.

“Lei sarebbe stata la nostra bambina dopo la tempesta, la nostra piccola dopo l’aborto spontaneo. Avevamo preparato i vestiti. Avevo sentito i suoi calci. Avevamo visto tonnellate di ultrasuoni, sapevamo che era una bimba. L’avevo sentita perfino avere il singhiozzo. Ma anche lei è morta” ha raccontato la mamma su People.

Samantha e il marito Steven erano entusiasi all’idea di accogliere nella loro famiglia una bambina, dopo due maschi di 7 e 3 anni.

Purtroppo Samantha è andata in travaglio alla 22° settimana di gravidanza.

22 settimane sono davvero troppo poche e infatti i medici non hanno fatto niente per tentare di salvare il feto.

Forse vi ricorderete la storia di quella mamma a cui si sono rotte le acque a 16 settimane di gravidanza.

Se la piccola avesse raggiunto almeno le 24 settimane avrebbe ricevuto assistenza. Purtroppo Victoria ha avuto un prolasso del cordone.

“Non ha mai nemmeno respirato, è stato shockante, non riuscivo a credere che fossi io la persona a cui era capitato. Lei è uscita perfetta, era un bebè. Era piccola, aveva piedi perfetti, è qualcosa che ti cambia la vita per sempre” ha spiegato Samantha “il dolore di perdere Victoria è stato diverso da quello dell’esperienza dell’aborto spontaneo a 8 settimane. Aver sentito Victoria crescere e muorevere ha reso la perdita più reale.”

Per Samantha è stato difficile riprendesi, nonostante la nuova gravidanza nell’aprile del 2017 “é stato un mix di emozioni, ero eccitata e speranzosa, avevo bisogno di quella felicità, di nuove cose per cui essere eccitata, ma ero nervosa perché non volevo finisse. Non volevo che fosse un altro aborto spontaneo.”

Questa mamma ha dato alla luce la piccola Abigail, una bambina sana e vivace, mentre era al quinto mese di gravidanza Samantha ha però deciso di di onorare sua figlia Victoria in un altro modo.

Ha preso contatto con la fotografa Nicole DeHoff per un servizio fotografico particolare, posando nuda col pancione, ricoperta da glitter colorati.

“L’intero servizio fotografico è stata una carica di emozioni, è stata un’emozionante battaglia dopo aver perso un bambino e io ero eccitata, speravo che le immagini avrebbero catturato l’attenzione delle persone e insegnato che questo può accadere a tutte”.

La fotografa racconta: “all’inizio della gravidanza Samantha era distaccata, paranoica, spaventata, mentre voleva essere eccitata all’idea di avere una bambina non voleva sentirsi come se Victoria venisse rimpiazzata. Abbiamo iniziato a programmare la sessione sulla maternità perché doveva essere qualcosa di speciale. Victoria poteva essere nata dormendo, ma aveva lasciato un grande impatto sulle nostre vite, dovevamo onorarla in modo speciale. Il giorno in cui sono andata al negozio di cose manuali mentre passeggiavo nella corsia dei glitter, qualcosa mi ha colpita. Avremmo onorato Victoria con lo scintillio che aveva lasciato dietro ciascuno di noi”.

“Abbiamo usato la vaselina per aiutare il glitter a fissarsi sulla pelle di Samantha, lo abbiamo applicato come se fosse un arcobaleno. Questa sessione è stata assemblata meglio di qualunque sessione avessi mai potuto programmare nella mia testa. L’immagine è riuscita come avevo sperato, siamo stati in grado di catturare la bellezza della gravidanza e onorare Victoria”.

“Mentre scattavamo queste foto ero colma di diverse emozioni. Vedere una cara amica combattere, senti anche tu alcune di quelle emozioni. Sono una mamma con 2 figli e anch’io ho avuto 2 aborti spontanei. Ti porta a chiedere perché queste cose accadano alle brave persone. Perdere un figlio è la sensazione più brutta. Sei piena di rabbia, sei ferita. Hai domande a cui non c’è risposta, una lotta interna che non si risolve mai veramente. Nessun bambino può essere rimpiazzato, non importa quanti bambini hai dopo. Ti mancano i primi. I primi compleanni, le prime parole, i matrimoni, i primi nipoti.”

La piccola Abigail è nata il 14 dicembre 2017.

“Mi sono sentita compiuta e sollevata tenendola tra le mie braccia, è stato straordinario, è stato come se avessimo lavorato tanto affinché lei fosse qui. Lei è perfetta e somiglia a Victoria.” ha concluso la mamma.

Nicole ha svolto anche una sessione fotografica per Abigail. “Ho pensato alla nuova sessione fotografica in modo che si legasse a quella arcobaleno della maternità. Questo è stato un altro modo di onorare Victoria, così come catturare la bellezza di una nuova vita. Sono entrata in contatto con un fornitore, Devoted Knits, le ho detto che avevo bisogno di incorporare un arcobaleno per la sessione di Abigail. Lei ha realizzato la coperta più bella a uncinetto ed era esattamente ciò di cui avevo bisogno.  Quando Abigail è nata l’abbiamo abbracciata stretta, siamo tanto grati che lei sia qui, realizzando questa sessione fotografica non puoi fare a meno di piangere, lei è così bella, perfetta e innocente. Lei è molo amata e avrà sempre Victoria a prendersi cura di lei”.

Unimamme, cosa ne pensate di questa storia?

Noi vi lasciamo con quella di una mamma che dopo 2 aborti ha festeggiato il suo bimbo arcobaleno.