I racconti di Masha – Cappuccetto rosso e altre storie in dvd: recensione

Recensione del primo volume in dvd de I racconti di Masha – Cappuccetto rosso e altre storie

i-racconti-di-masha-volume-1-dvdCare Unimamme, torniamo a parlarvi della piccola Masha, perché sicuramente farà piacere ai vostri bimbi. Infatti, dovete sapere che l’ irriverente amica di Orso è la protagonista delle vicende narrate ne I racconti di Masha – Cappuccetto rosso e altre storie, disponibile dal 22 settembre in dvd.

In questo primo volume dedicato allo straordinario spin-off dell’amatissima serie tv Masha e Orso, Masha la combinaguai racconterà le fiabe più celebri del mondo mescolando fatti e personaggi, dispensando consigli e svelandone la morale.

Ad esempio, nel primo episodio Masha narrerà ai suoi piccoli amici giocattolo la famosa storia di Cappuccetto rosso, una dolce bambina che si incammina da sola nel bosco per andare a trovare la nonna malata… c’è da dire però che Masha a volte confonde le trame delle favole appartenenti alla tradizione popolare, creando un amalgama pasticciato ed esilarante.

Il dvd, di fatto, contiene 13 racconti: Cappuccetto rosso, Cime e radici (storia sulla condivisione raccontata attraverso le cronache di un contadino), La principessa ranocchio (storia sulla bellezza interiore), Pollicino (racconto sulle persone prepotenti), Il vitello di paglia (vicenda sulla capacità di arrangiarsi narrata attraverso la storia di due anziani annoiati e solitari), Ali Babà (fiaba sull’importanza della memoria), Il piccolo sarto (favola incentrata sull’avidità), Il califfo cicogna (storia sull’importanza dello studio), La volpe e il matterello (favola sull’importanza di fare sempre la scelta giusta), Vai non so dove… (una storia su un re pretenzioso alla ricerca perenne di cose impossibili), I tre porcellini (favola incentrata sulla pigrizia), Le oche magiche (fiaba sull’importanza di seguire le raccomandazioni dei genitori), Il porridge d’ascia (una novella sul cibo salutare).

Chiaramente il divertimento è assicurato! E come ben saprete, Masha è un’invenzione che proviene dalla Russia, e il cartoon, compreso questo delizioso spin-off, è realizzato in CGI, per intenderci la stessa tecnica grafica in 3D usata da Pixar, DreamWorks e Walt Disney!. Quindi, la qualità è davvero elevata. Inoltre, c’è da dire che la piccola peste Masha, per spirito, ricorda un po’ Pimpa, Pippi calzelunghe e Remì, il mitico ragazzino giramondo degli anni Ottanta, perché alla fine è curiosa, desiderosa di fare sempre nuove scoperte, è veloce e piena di brio… insomma è un vero terremoto.

Una curiosità? Masha, nel cartoon, non ha genitori, ma nella fiaba tradizionale, da cui la serie è tratta, invece, vive con i nonni.

Comunque, chicche a parte, care Unimamme, se volete far trascorrere ai vostri pargoletti dei pomeriggi spassosi ed educativi, allora i racconti di Masha fanno proprio al caso vostro, volendo potrete sfruttare i singoli episodi anche come bacio della buonanotte, così i vostri bimbi si addormenteranno serenamente in compagnia della loro beniamina preferita.

Silvia Casini

© Riproduzione Riservata

Firma: Silvia Casini

Notizie Correlate

Commenta