La tecnologia è la causa della poca immaginazione dei bambini

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:44

Uno studio ha dimostrato come l’aumento della tecnologia sia la causa della poca immaginazione che hanno i bambini di oggi.

Psicologi e pediatri da diverso tempo stanno mettendo in guardia i genitori sui pericoli legati all’eccessiva esposizione, da parte dei bambini, ai dispositivi elettronici.

I problemi sono legati al sonno, all’umore e di tipo cognitivo e fisico. Un ultimo studio, che ha coinvolto oltre 1000 persone, ha evidenziato che la tecnologia è nemica dell’immaginazione. Per gli esperti, il tempo passato sugli schermi riduce le possibilità di usare la fantasia nei bambini.

Tecnologia ed immaginazione: “pochi bambini hanno un amico immaginario”

Sul sito britannico daynurseries.co.uk è stato condotto un sondaggio che ha coinvolto oltre 1000 operatori della scuola materna. Dal sondaggio è emerso che la diffusione dei dispositivi elettronici tra i bambini può essere associata ad una perdita di fantasia, che gli impiegati presso gli asili hanno riscontrato negli ultimi anni.

E’ stato affermato che sono sempre meno i bambini con amici immaginari, come riportato anche da Sky Tg24.

Quindi, la creatività dei bambini è a rischio già dai primi anni d’età. Come riportato anche dall’Independent, il 48% degli operatori di scuola materna, che hanno preso parte al sondaggio, hanno affermato di aver avuto degli studenti che giocano con amici immaginari. Inoltre, il 72% ha concordato sul fatto che molti meno bambini hanno amici immaginari ora rispettoa cinque anni fa, mentre il 63% degli intervistati ha affermato di ritenere che gli schermi siano la causa di questo declino dell’inventiva. Inoltre, per 6 partecipanti su 10 il fenomeno è da attribuire al tanto tempo che si trascorre a contatto dei dispositivi elettronici. I bambini utilizzerebbero meno la fantasia a causa della presenza di tablet e smartphone che si sono aggiunti alla televisione ed ai videogiochi negli ultimi anni.

Leggi anche > CONSIGLI DEGLI ESPERTI PER REGOLARE L’USO DI TABLET E SMARTPHONE

Il proprietario del Paint Pots Nursery group di Southampton, David Wright, ha spiegato come per lui questa correlazione tra la riduzione di immaginazione e l’uso maggiore dei dispositivi elettronici sia un problema generale: “Penso che ai bimbi non sia più permesso annoiarsi. Quando hanno del tempo libero per sé stessi, i piccoli trovano qualcosa di creativo da fare con la propria mente, come ideare un amico immaginario”. Tuttavia, essere costantemente sottoposti a forme di intrattenimento provenienti da tv, tablet o altri dispositivi fa sì che i bambini siano meno abituati a “usare la propria immaginazione, sviluppare il linguaggio o delle storie”.

Voi unimamme eravate a conoscenza di questo sondaggio? Secondo voi i bambini, anche piccoli, hanno poca immaginazione?