Elena Santarelli | “La figlia della mia migliore amica di percorso che ora non c’è più” | FOTO

Elena Santarelli dolore
Elena Santarelli | “La figlia della mia migliore amica di percorso che ora non c’è più” | FOT Universomamma.it

Elena Santarelli nel suo libro Una mamma lo sa ricorda un episodio doloroso durante la battaglia contro il cancro del figlio Giacomo.

Unimamme, forse sarete già al corrente del nuovo libro scritto da Elena Santarelli: Una mamma lo sa, dedicata alla lotta di suo figlio Giacomo contro il tumore al cervello. Il volume sta riscuotendo molto successo e per Elena Santarelli questo è davvero positivo.

Elena Santarelli: l’esperienza più drammatica durante la malattia del figlio

La showgirl ne ha parlato nel programma I Lunatici in onda su Rai radio2 avevo molta paura. Quando sai che dietro a quelle pagine c’è la verità e non è una storia inventata può far paura aprire il libro e leggere. Mi fa piacere che stia andando bene”.

Elena Santarelli dolore 4
Elena Santarelli | “La figlia della mia migliore amica di percorso che ora non c’è più” | FOTO -Universomamma.it

Elena Santarelli ha ricevuto parecchi riscontri da parte di persone che hanno vissuto un’esperienza simile.
Mi scrivono tante donne e tanti uomini da tutta Italia, ma anche tante ragazze e persone più giovani. Non è un libro solo per le mamme. Tante persone mi raccontano di essere cambiate, perché si lamentavano dalla mattina alla sera anche per un semplice mal di pancia, mentre questo libro le porta ad alzarsi dal divano con uno spirito diverso. Ho provato a descrivere quello che si prova. Una volta mi ha scritto una ragazza che si è ammalata come Giacomo a dieci anni. Lei ora ha ventitré anni, sta bene, ma ha capito con questo libro quello che hanno passato i suoi genitori”.

LEGGI ANCHE > ELENA SANTARELLI CONDIVIDE UN ALTRO DETTAGLIO SULLA MALATTIA DEL FIGLIO GIACOMO

Elena Santarelli dolore 1
Elena Santarelli | “La figlia della mia migliore amica di percorso che ora non c’è più” | FOTO Universomamma.it

La showgirl ha voluto anche precisare quale è stato il capitolo più difficile da scrivere, che riguarda una bambina di nome Marzia.
Tutte quelle pagine le ho dentro di me. Il capitolo più doloroso è quello che riguarda Marzia. La figlia della mia migliore amica di percorso che ora non c’è più. Io la penso tutte le mattine quando mi sveglio e tutte le sere quando vado a dormire. E’ brutto dirlo ma tra il 2018 e il 2019 sono stata più a funerali di bambini che a compleanni. E’ un messaggio forte, ma ho vissuto questa esperienza e non è facile passare attraverso certe cose. Io ho mentito per due anni. Non ho parlato con nessuno della malattia di Giacomo. Ho recitato con genitori, suoceri, parenti. Ho pagato a caro prezzo questa recita, ma è stata un’arma di difesa mia e di mio marito, volevamo circoscrivere il dolore e le notizie a noi. Ai miei genitori ho raccontato tutto solo quando la cosa è finita. Perché dovevo far preoccupare i nonni? Ancora ora nessuno sa quando facciamo i controlli. Ne parliamo solo a cose fatte“. Da prima di quest’ultima estate il figlio Giacomo è in follow up e la showgirl non ha mancato di aggiornare i suoi fans sui social. Unimamme, cosa ne pensate di questo nuovo dettaglio legato alla malattia del figlio di Elena Santarelli? Ricordiamo che il ricavato del libro verrà interamente devoluto a Heal Onlus, che sostiene la ricerca nell’ambito della neuro-oncologia pediatrica.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Quando inizi un percorso così ,immagini tante cose,e fra le tante immagini e speri di poter continuare questo cammino fatto di alti e bassi insieme ai tuoi amici conosciuti in ospedale e in questo caso alla tua migliore amica di percorso e a sua figlia.Questo mio sogno e’ stato spezzato ieri sera quando ho avuto la notizia che Marzia aveva smesso di soffrire. Penso al dolore della sua mamma ,del suo papà e dei suoi familiari,un dolore incolmabile perché la vita non dovrebbe andare così ,sono i figli che salutano i genitori e non il contrario.Ci sono domande a cui non possiamo dare una risposta,diventiamo solo dei tristi spettatori senza capire il senso . Diventare genitori vuol dire anche questo,vuol dire essere come Valeria ,la mamma di Marzia ,un esemplare più che raro di forza interiore capace di “ sorridere “ nonostante tutto e di indossare la maschera del “ va tutto bene “ anche quando sai che nulla sta andando bene. Valeria te e tua figlia siete un esempio per me e sono stata fortunata a conoscervi in questo cammino maledetto ,abbiamo riso pianto e ancora riso ma le lacrime che scendono oggi dal tuo viso non avrei mai voluto asciugartele. Marzia sarai sempre nel mio cuore,e quello che posso promettere a te e alla tua famiglia che mi batterò finché avrò forze per aiutare la ricerca e pstare vicino alla tua bellissima mamma.Eri,sei e sarai una bimba piena di Luce ❤️ – a tutte le mamme che possono sentire il profumo dei propri figli ..sentitevi enormemente grate per questa fortuna 🍀

Un post condiviso da Elenasantarelli (@elenasantarelli) in data: