Covid-19 e riapertura delle scuole: come evitare la seconda ondata

Problema Covid-19 e riapertura delle scuole: come evitare la seconda ondata in autunno.

covid-19 scuole seconda ondata
Covid-19 e riapertura delle scuole: come evitare la seconda ondata – Universomamma.it (Adobe Stock)

La riapertura delle scuole a settembre è un dilemma per tutti. Dopo lunghi mesi chiusi in casa, è arrivato il momento per bambini e ragazzi di tornare sui banchi di scuola, non si può più privarli delle lezioni in classe, con insegnanti dal vivo e i compagni accanto. Ne va sia della didattica che della socializzazione e della crescita emotiva e psicologica dei ragazzi.

LEGGI ANCHE: SCUOLA: LE LINEE GUIDA DEL MINISTERO PER LA FASCIA 0 A 6 ANNI

Il ritorno di bambini e ragazzi in classe pone tuttavia diversi problemi di sicurezza riguardo al rischio di nuovi contagi da Covid-19. Infatti, se durante l’estate non c’è stata la “scomparsa” del virus annunciata da molti, anzi i contagi, tra spostamenti e viaggi, sono ripresi sebbene siano contenuti e limitati, l’autunno con il ritorno del freddo e delle lunghe ore negli spazi al chiuso pone molti problemi. Tutte circostanze che aumentano i rischi di contagio.

Per consentire la ripresa delle lezioni in presenza e in sicurezza, arrivano le indicazioni degli esperti epidemiologi britannici che in un recente studio hanno elaborato le regole per il ritorno a scuola sicuro, evitando i rischi di una seconda ondata di contagi.

Covid-19 e riapertura delle scuole: evitare la seconda ondata di contagi

covid-19 scuole
Covid-19 e riapertura delle scuole: come evitare la seconda ondata – Universomamma.it (Adobe Stock)

Il problema della riapertura delle scuole in sicurezza, dopo la lunga chiusura dettata dall’emergenza sanitaria per il nuovo Coronavirus, riguarda molti Paesi in Europa e nel mondo, non solo l’Italia. È necessario che nelle scuole si torni a fare lezione in presenza, ma evitando o contenendo il rischio di nuovi contagi sia per i bambini e ragazzi, che tuttavia sono generalmente poco contagiosi, almeno secondo diversi studi, sia soprattutto per gli insegnanti e il resto del personale scolastico. Basti pensare a quanti insegnanti avanti con l’età ci sono nelle scuole italiane per far sorgere più di una preoccupazione.

Ora, per andare incontro ai dirigenti scolastici e al personale amministrativo, scienziati britannici hanno elaborato alcune indicazioni fondamentali per la riapertura delle scuole in sicurezza a settembre. Un problema molto sentito nel Regno Unito, che è stato colpito dalla pandemia più duramente dell’Italia, per numero di contagi e di morti. Le indicazioni sono contenute in uno studio condotto dai ricercatori dello University College London e della London School of Hygiene and Tropical Medicine ed è stato pubblicato sulla rivista The Lancet Child & Adolescent Health.

LEGGI ANCHE: CORONAVIRUS, I BAMBINI NON SONO CONTAGIOSI | STUDIO SULLE SCUOLE INGLESI

Per evitare una seconda ondata di contagi nel Regno Unito con la riapertura delle scuole, seconda ondata che potrebbe essere addirittura peggiore della prima, secondo alcune ipotesi più pessimistiche, gli scienziati hanno elaborato diversi scenari con l’utilizzo di modelli matematici. Gli scenari sono legati all’adozione di diverse misure di sicurezza e di allentamento del lockdown. Per elaborare le loro previsioni, gli scienziati hanno utilizzato dati demografici, epidemiologici ed economici, come riporta l’Adnkronos nel segnalare lo studio.

Si tratta ovviamente di ipotesi studiate sulla realtà del Regno Unito, tuttavia alcune conclusioni possono essere valide anche per noi. Infatti, a prescindere dalle modalità di riapertura delle scuole, con rotazione tra part-time e tempo pieno, studenti divisi a metà con frequentazione della scuola a settimane alterne, alcuni elementi fondamentali sono emersi dai vari scenari e si sono rivelati cruciali per il contenimento dei contagi:

  • test del virus
  • tracciamento dei contatti
  • isolamento degli infetti e dei loro contatti

A prescindere dalle modalità di riapertura delle scuole, è fondamentale che venga messo in atto un programma ampio e articolato di esecuzione dei test, tracciamento dei contatti di coloro che sono stati trovati positivi e isolamento immediato degli infetti. Sono con questa strategia si potranno contenere i contagi, anche alla riapertura delle scuole ed evitare una seconda ondata.

Secondo Jasmina Panovska-Griffiths docente dello University College London, che ha guidato lo studio, è possibile riaprire le scuole in sicurezza nel Regno Unito a settembre solo con una efficace strategia di test e tracciamento. Altrimenti il Paese rischia una seconda nuova ondata di casi di Covid-19, con picco dei contagi tra dicembre 2020 e febbraio 2021.

Una indicazione interessante, che pur riportata nel nostro contesto potrebbe valere anche per l’Italia. Ricoriamo che da noi e l’inizio ufficiale delle lezioni dell’anno scolastico 2020/2021 è stato fissato al il 14 settembre.

 

scuole
Covid-19 e riapertura delle scuole: come evitare la seconda ondata – Universomamma.it (Adobe Stock)

LEGGI ANCHE: IL RUOLO DEI BAMBINI NEL CONTAGIO: LO STUDIO DELL’ISS

Che ne pensate unimamme?

Per restare sempre aggiornato su notizie, ricerche e tanto altro continua a seguirci su GOOGLENEWS.