Il nuovo decreto conferma tamponi e mascherine: novità per le coppie

Il nuovo dpcm del Governo sarà valido da oggi per tutto il mese di settembre, nel testo non ci sono grandi novità, ma molte conferme.

Decreto settembre
Foto da Adobe Stock

Da oggi, lunedì 7 settembre, entra in vigore il nuovo Decreto del Governo, guidato da Giuseppe Conte, con il quale si vanno a prorogare i divieti che erano stati stabilità ad inizio agosto. Questo decreto durerà fino al 30 settembre 2020 e non prevede tante nuove restrizioni.

LEGGI ANCHE: CORONAVIRUS E INFLUENZA STAGIONALE: ANALOGIE E DIFFERENZE SPIEGATE DA BURIONI | VIDEO

Con il testo del nuovo dpcm si vanno a ribadire le indicazioni che il Governo aveva dato ad agosto per evitare i contagi. Anche se quest’ultimi, nell’ultimo periodo, stanno risalendo non ci sarà un nuovo lockdown, ma bisogna sempre prestare attenzione. Un occhio di riguardo per le persone che provengono da alcuni Paesi, considerati a rischio.

Il nuovo dpcm: il testo, le novità e le conferme che saranno in vigore per tutto settembre

Nuovo decreto settembre
Foto da Getty Immage

Con il nuovo decreto, che sarà valido per tutto il mese di settembre, un mese super importate perchè inizieranno le scuole per i tantissimi studenti italiani, non cambiano le indicazioni sull’uso delle mascherine: “Ai fini del contenimento della diffusione del virus Covid-19, è fatto obbligo sull’intero territorio nazionale di usare protezioni delle vie respiratorie nei luoghi al chiuso accessibili al pubblico, inclusi i mezzi di trasporto e comunque in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento della distanza di sicurezza. Non sono soggetti all’obbligo i bambini al di sotto dei sei anni, nonché i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina ovvero i soggetti che interagiscono con i predetti“.

Per quanto riguarda il distanziamento sociale bisognerà mantenere la distanza interpersonale di almeno un metro.

LEGGI ANCHE: MASCHERINE A SCUOLA: CHIRURGICHE O IN TESSUTO? RISPONDONO GLI ESPERTI

Con l’inizio delle scuole è sorto il problema di garantire la distanza anche sui mezzi. Per questo è stata fissata la capienza limnite all‘80%, considerando sia le persone che viaggiano sedute e si quelle in piedi. Per gli scuolabus si è invece stabilito che “potranno viaggiare con la capienza massima consentita nel caso in cui “la permanenza degli alunni nel mezzo” non sia “superiore ai 15 minuti“”. Tutti gli studenti che hanno più di 6 anni dovranno indossare la mascherina quando salgono sul mezzo.

Una novità che è stata introdotta è il ricongiungimento per le coppie che si trovano in Paesi diversi: “E’ consentito l’ingresso nel territorio nazionale per raggiungere il domicilio, l’abitazione e la residenza di una persona, anche non convivente, con la quale vi sia una stabile relazione affettiva“.

Fino ad oggi era “vietato l’ingresso e il transito nel territorio nazionale alle persone residenti all’estero a meno che non avessero: esigenze lavorative; assoluta urgenza; esigenze di salute; esigenze di studio; rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza“.

LEGGI ANCHE: CORONAVIRUS, BAMBINI ASINTOMATICI CONTAGIOSI PER SETTIMANE

Quando i casi di contagi sono iniziati a salire è stato necessario, il 12 agosto, stabilire che chi torna dalle vacanze  o viaggi di lavoro all’estero debba sottoporsi al tampone.

Il nuovo decreto conferma la validità dell’ordinanza di agosto: “Le persone che intendono fare ingresso nel territorio nazionale e che nei quattordici giorni antecedenti hanno soggiornato o transitato in Croazia, Grecia, Malta o Spagna hanno l’obbligo di presentazione al vettore all’atto dell’imbarco dell’attestazione di essersi sottoposte, nelle 72 ore antecedenti all’ingresso nel territorio nazionale, ad un test molecolare o antigenico, effettuato per mezzo di tampone e risultato negativo; obbligo di sottoporsi ad un test molecolare o antigenico, da effettuarsi per mezzo di tampone, al momento dell’arrivo in aeroporto, porto o luogo di confine, ove possibile, ovvero entro 48 ore dall’ingresso nel territorio nazionale presso l’azienda sanitaria locale di riferimento“.

Chi è in attesa di sapere il risultato dovrà mettersi in isolamento fiduciario fino a quando non sapranno l’esito.

Nuovo decreto
Foto da Adobe Stock

Con nuovo decreto, non ci sono grandi novità, viene anche confermata la chiusura delle discoteche e degli stadi. Inoltre ci sarà sempre l’obbligo delle mascherinedalle ore 18 alle 6 anche all’aperto, negli spazi di pertinenza dei luoghi e locali aperti al pubblico nonché negli spazi pubblici (piazze, slarghi, vie) ove per le caratteristiche fisiche sia più agevole il formarsi di assembramenti anche di natura spontanea o occasionale“.

Voi unimamme cosa ne pensate di questo nuovo decreto? Lo trovate giusto? Dovevano aumentare o diminuire le restrizioni?

Per restare sempre aggiornato su notizie, ricerche e tanto altro continua a seguirci su GOOGLENEWS.