Mascherine a scuola: le risposte ai dubbi sulla salute dei bambini

Mascherine a scuola: sono dannose? Le risposte degli esperti ai dubbi sulla salute dei bambini.

mascherine scuola salute bambini
Mascherine a scuola: le risposte ai dubbi sulla salute dei bambini – Universomamma.it (Adobe Stock)

Si torna a parlare di mascherine e bambini, soprattutto a scuola, visto che le scuole stanno per riaprire e in diversi casi i bambini dovranno indossare la mascherina chirurgica, in particolare all’entrata e all’uscita e quando frequentano spazi comuni. Potranno toglierla in classe, una volta seduti al loro banco, durante le lezioni, ma se non sono distanziati abbastanza dovranno indossarla.

LEGGI ANCHE: BAMBINI A SCUOLA IN SICUREZZA: I CONSIGLI DEGLI ESPERTI

Tutte queste condizioni hanno fatto sorgere qualche dubbio ai genitori sulla sopportazione da parte dei bambini dell’uso prolungato della mascherina chirurgica, ma soprattutto tanti dubbi sugli eventuali rischi per la salute. In questo caso per colpa delle tante fake news e bufale che circolano sulla rete web e non solo. Così sono intervenuti i pediatri della Società italiana di pediatria per fare chiarezza.

Mascherine a scuola: le risposte dei pediatri ai dubbi sulla salute dei bambini

mascherine scuola bambini
Mascherine a scuola: le risposte ai dubbi sulla salute dei bambini – Universomamma.it (Adobe Stock)

Troppa disinformazione sull’uso delle mascherine chirurgiche sta creando non poca confusione a molte persone, soprattutto in quelle che cadono vittime di fake news, anche le più assurde. Ma ad essere più preoccupati sono i genitori, in vista del rientro a scuola dei figli e dell’uso delle mascherine in classe, per molte ore durante l’orario di lezione, nei casi in cui sarà richiesto.

La Società italiana di pediatria (Sip) è intervenuta proprio per fare chiarezza su questi dubbi e soprattutto per sfatare tutte le bufale e le informazioni scorrette sull’uso della mascherina da parte dei bambini, anche per molto tempo. In primo luogo i pediatri hanno detto che è falsa la notizia secondo la quale un bambino che indossa la mascherina chirurgica “respira la propria anidride carbonica”, perché, hanno spiegato, “la mascherina non è così aderente”. L’aria passa dai filtri. Mentre “la quantità di anidride carbonica respirata dal bambino è minima e non dà alcun tipo di problema di ipossia o addirittura rischio di morte, come si è arrivato a dire sui social”, ha dichiarato Elena Bozzola, segretario e consigliere nazionale della Sip, a Dottore ma è vero che?, il portale sulla corretta informazione medico-scientifica della FNOMCEO, al Federazione nazionale degli ordini dei medici.

Inoltre, la mascherina chirurgica non provoca alterazioni alla flora batterica intestinale nei bambini. Al riguardo non esistono evidenze scientifiche che dimostrino alterazioni alla flora batterica dall’uso della mascherina. Si tratta semplicemente di una fake news, così come un’altra falsa notizia è quella secondo la quale la mascherina può indebolire il sistema immunitario nei bambini. Non è vero, anzi, l’uso corretto della mascherina chirurgica previene il diffondersi delle infezioni respiratorie (non solo il Coronavirus) e soprattutto evita la trasmissione del virus dai soggetti asintomatici.

LEGGI ANCHE: PEDIATRI SUL CORONAVIRUS: PREVENZIONE E TAMPONI NECESSARI PER L’AUTUNNO

I pediatri sottolineano l’importanza di insegnare ai bambini l’uso corretto della mascherina, anche se ne sono infastiditi o addirittura spaventati. Sono i genitori i primi a dover dare l’esempio, indossando la mascherina in presenza dei figli e mostrando loro che non c’è nulla da temere. Per invogliare i bambini ad indossarla date loro mascherine colorate e disegnate, ci sono anche quelle con i supereroi e i personaggi dei cartoni animati. In questo senso possono aiutare anche giochi e video esplicativi, in cui sono coinvolti altri bambini.

Se ai bambini viene spiegata l’importanza di indossare mascherina e soprattutto il suo uso corretto, si abitueranno senza troppi problemi. Fate diverse prove su come indossarla e spiegate ai vostri figli che non bisogna toccarla con le mani e poi sfregarsi gli occhi o toccarsi il naso e la bocca, perché sulle mani e sul viso potrebbero finire le goccioline di saliva infette.

Ai bambini va anche insegnato che la mascherina da sola non basta. Si tratta di un dispositivo di protezione da indossare quando è richiesto, ma allo stesso tempo è importante la corretta e frequente igiene delle mani e soprattutto il distanziamento fisico. Sono regole che i bambini possono imparare facilmente, grazie alla loro elasticità mentale e alla capacità di adattamento. Meglio degli adulti.

mascherine salute bambini
Mascherine a scuola: le risposte ai dubbi sulla salute dei bambini – Universomamma.it (Adobe Stock)

Quando i bambini sono esentati dall’uso della mascherina

Non sempre i bambini sono tenuti a indossare la mascherina. In Italia i bambini sotto i 6 anni sono esentati. I Paesi possono avere regole differenti. In ogni caso, l’OMS e l’UNICEF suggeriscono di non far indossare la mascherina ai bambini di età pari o sotto i 5 anni, basandosi sulla sicurezza e sull’interesse generale del bambino e sulla capacità di utilizzare correttamente una maschera con l’assistenza minima. Inoltre, per i bambini dai 6 agli 11 anni, OMS e UNICEF sostengono che l’uso della mascherina debba tenere conto di diversi elementi: il livello di rischio della zona in cui si trova il bambino, la sua capacità di indossare la mascherina in modo corretto, la presenza di un adulto che lo controlli e gli insegni come indossare, mettere e togliere la mascherina, l’impatto della mascherina sull’apprendimento e sullo sviluppo psicosociale del bambino, le interazioni del bambino con soggetti a rischio di sviluppare forme gravi di malattia.

Invece, per i bambini di età pari o superiore ai 12 anni, OMS e UNICEF consigliano di seguire le stese regole che valgono per gli adulti. Dunque indossare la mascherina dove e quando è richiesto, quando non è possibile osservare la distanza di almeno un metro e il virus circola in misura elevata in zona.

Mascherina a scuola

Il Comitato Tecnico Scientifico (CTS) della Protezione Civile raccomanda l’uso delle mascherine a scuola negli spazi comuni, come corridoi, atri, ecc., al momento dell’entrata e dell’uscita dagli istituti e anche in classe, durante le lezioni, quando non è possibile assicurare il distanziamento fisico di almeno un metro. Inoltre, sebbene le mascherine chirurgiche verranno fornite direttamente dalla scuola a studenti, insegnanti e personale scolastico, bambini e ragazzi potranno indossare anche le mascherine in tessuto, portate da casa, nei casi in cui le prime non siano disponibili.

Richiamando le indicazioni dell’OMS, il Comitato Tecnico Scientifico afferma che dai 6 agli 11 anni le mascherine vanno utilizzate in base alla situazione, prestando attenzione al contesto socio-culturale e all’impatto che potrebbero avere sulle loro capacità di apprendimento. Invece, dai 12 anni in poi vanno utilizzate seguendo le stesse indicazioni per gli adulti.

” La mascherina va portata a scuola perché possono esserci dei momenti in cui i bambini sono ravvicinati tra di loro, ad esempio all’uscita da scuola, ma in una classe con i banchi ben distanziati non c’è la necessità di utilizzarla“, ha aggiunto Elena Bozzola.

Per concludere, la mascherina per i bambini  è utile e non pericolosa per la salute. L’importante è indossarla in modo corretto quando serve. Non va toccata con le mani mentre la si indossa e assolutamente non si deve scambiare la mascherina con quella dei compagni.

mascherine scuola bambini

LEGGI ANCHE: CORONAVIRUS E RIENTRO A SCUOLA: LE LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DEI CONTAGI

Che ne pensate unimamme?

Per restare sempre aggiornato su notizie, ricerche e tanto altro continua a seguirci su GOOGLENEWS.