Coronavirus a scuola: le regioni più coinvolte dai contagi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:16
0
55

Casi di Coronavirus a scuola: quali sono le regioni italiane più coinvolte dai contagi.

scuola coronavirus regioni
Mascherine a scuola: le risposte ai dubbi sulla salute dei bambini – Universomamma.it (Adobe Stock)

Continuano ad arrivare notizie di casi da Covid-19 nelle scuole, come del resto c’era da aspettarsi. Con la riapertura delle scuole, lo spostamento quotidiano di milioni di persone e la maggiore frequentazione di spazi al chiuso, con diverse persone insieme sono tutti fattori di rischio attesi, nonostante le misure di precauzione adottate.

LEGGI ANCHE: SCUOLA L’IMPATTO DEL COVID IN 46 PAESI

L’importante è che i contagi vengano individuati in modo tempestivo, i positivi isolati e i loro contatti posti in quarantena o sottoposti a tampone. La regola d’oro ora è: testare, isolare e tracciare. Anche per questo motivo a settembre sono aumentati i tamponi effettuati su tutto il Paese, oltre 100mila al giorno, a parte il naturale calo nel weekend. Anche perché un nuovo lockdown sarebbe insostenibile, sia economicamente che socialmente. Per questo motivo è importante la prudenza e l’osservanza delle regole fondamentali di igiene: distanziamento fisico, uso della mascherina al chiuso e negli ambienti affollati e frequente igiene delle mani. Come hanno detto i pediatri in merito alla riapertura delle scuole in sicurezza è importante che ognuno faccia la sua parte.

Riguardo ai nuovi contagi di Coronavirus nelle scuole italiane, si segnalano 486 istituti con almeno un caso di Covid-19. Un conteggio che viene costantemente aggiornato. Ecco le ultime notizie.

Coronavirus a scuola: le regioni più coinvolte

scuola coronavirus
(Scuola a Torino, foto di Diana Bagnoli/Getty Images)

Nel giorno in cui in Italia si registrano 1.912 casi complessivi di Covid-19, il numero più alto dalla fine del lockdown, si segnala anche un deciso aumento di scuole coinvolte dai contagi, dove studenti, insegnanti o componenti del personale scolastico sono risultati positivi al nuovo Coronavirus, in molti casi asintomatici. Si tratta soprattutto di contagi avvenuti al di fuori delle scuole, che dunque risultano sicure, e più spesso in famiglia. I protocolli di sicurezza hanno comunque portato alla quarantena anche di tutti gli studenti, gli insegnanti e gli altri operatoti della scuola che abbiano avuto contatti con i contagiati.

LEGGI ANCHE: ASSENZE DA SCUOLA PER MALATTIA: COSA SUCCEDE SE SONO TROPPE

Se fino a pochi giorni fa le scuole italiane in cui si registravano casi di Covid-19 erano circa 300, ora il numero è salito a 486. Sono i numeri riportati dalla mappa interattiva elaborata dagli studiosi Lorenzo Ruffino e Vittorio Nicoletta, che vi abbiamo già segnalato. Su una cartina geografica dell’Italia, la mappa segnala le città con le scuole dove si sono avuti casi di Coronavirus, aggiornando costantemente il numero degli istituti coinvolti.

Al momento, le regioni maggiormente coinvolte, con il più alto numero di scuole dove si sono registrati casi di Covid-19 sono: Lombardia, Emilia Romagna, Toscana e Lazio. Sono anche quelle con il maggio numero di contagi in generale a livello nazionale. Le città con il maggio numero di scuole dove si sono registrati casi di Coronavirus sono: Roma con 22 scuole, Bologna con 14 scuole, Milano 13 scuole, poi Bolzano e Palermo con 10 ciascuna.

Il dato aggiornato, quotidianamente, sul numero di scuole con casi di Coronavirus è contenuto in database, consultabile dal pubblico, realizzato sempre da Lorenzo Ruffino e Vittorio Nicoletta.

LEGGI ANCHE: “LA SCUOLA NON PUÒ ESSERE UN REPARTO COVID”: L’ALLARME DI DANIELE NOVARA

Per quanto riguarda la tipologia di scuole dove si hanno più contagi, si segnalano alcune novità. Se fino a qualche giorno fa erano soprattutto le scuole primarie, ora sono gli istituti superiori a registrare il numero più alto di contagi da Coronavirus, con il 28% dei casi, mentre le scuole primarie hanno il 26%. Come riporta Orizzonte Scuola.

I casi positivi al Covid-19 nelle scuole riguardano soprattutto gli studenti, che sono il 76,5% dei contagi, seguono i docenti con il 12,5%. La situazione è in continuo aggiornamento.

scuola
credits: adobe stock

LEGGI ANCHE: PEDIATRI SUL CORONAVIRUS: PREVENZIONE E TAMPONI NECESSARI PER L’AUTUNNO

Che ne pensate unimamme?

Per restare sempre aggiornato su notizie, ricerche e tanto altro continua a seguirci su GOOGLENEWS.