Bimbi in casa: che cosa fare quando il piccolo soffre d’ansia?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:20
0
35

Che cosa si può fare quando il bambino soffre d’ansia? Ecco qualche consiglio per superare questo delicato momento e aiutarlo.

Famiglia (fonte unsplash)
Bambini e ansia (fonte unsplash)

Il periodo appena vissuto ha portato a galla una serie di complicazioni che ha coinvolto non solo gli adulti, ma anche i più piccoli.

Vivere una pandemia e trascorrere ben due mesi isolati dentro casa, ha avuto delle conseguenze in tutte le famiglie. Ci sono stati genitori che, a causa del lockdown, hanno dovuto portare avanti non solo la famiglia, ma anche il lavoro tutto dal proprio appartamento.

Questo può aver provocato dei problemi nei più piccoli che, oltre a vivere questo periodo difficile, hanno dovuto fare i conti con la poca presenza dei genitori che seppur a casa, dovevano prestare attenzione anche ad altre attività, come ad esempio il lavoro.

Ecco perché in questo periodo anche i bambini possono aver vissuto dei momenti di forte d’ansia, una difficoltà che sta colpendo sempre di più i piccoli.

Tanto che in un articolo precedente si è parlato di come aiutare i bambini a superare queste crisi,ma cosa può fare un genitore per aiutare il proprio bambino a superare questi momenti così delicati soprattutto dopo quello che si sta vivendo?

Come ci si comporta con un bambino che soffre d’ansia?

mamma e figlia (fonte unsplash)
mamma e figlia (fonte unsplash)

Innanzitutto è fondamentale far capire ai piccoli che questo è uno stato d’animo molto comune e diffuso e che non è necessario in alcun modo vergognarsi di quello che si prova.

LEGGI ANCHE: Bambini autistici: stress e ansia diminuiscono grazie ad “amici speciali”

Una delle primissime cose da dover fare, dunque, è quella di affrontare un sano dialogo con il proprio bambino per comprendere che cosa ci sia che lo preoccupa.

È importantissimo che il bambino impari ad ammettere le proprie fragilità e mostrare loro che anche gli adulti vivono dei momenti complicati e non sono dei supereroi può essere di grande conforto.

Altra cosa che si può tenere a mente è quella di non dire mai delle bugie al proprio bimbo, il piccolo si deve sentire partecipe della vita della famiglia e non dirgli le cose per tenerlo al sicuro può peggiorare la situazione. Per questo motivo informare il piccolo di tutto quello che sta succedendo può essere solo un grande passo avanti.

LEGGI ANCHE: Prevenire i disturbi di ansia dei figli in 8 ore

Inoltre è importantissimo che il bimbo impari ad esprimere le proprie paure, quando lo vedete accigliato o pensieroso provate sempre a impostare un dialogo con lui in modo tale da fargli capire di non doversi vergognare per quello che prova, partendo da un semplice “come stai”, si possono risolvere tante difficoltà.

In questo momento così complicato è bene evitare che i bimbi possano venire a contatto con troppe news di cui non capiscono il significato, per questo motivo, nel caso in cui a cena si guarda il telegiornale è sempre bene cercare di far comprendere al bambino tutto ciò che gli può risultare complicato.

Infine, come si è detto anche in precedenza è importante che i piccoli siano partecipi dell’attività familiare e di spiegare loro tutto quello che sta accadendo con grande franchezza, escludergli con una semplice frase “non puoi capire perché sei piccolo”, può creargli una serie di preoccupazioni e quella cosiddetta ansia che può portarli a stare male.

Mamma e figlio (fonte unsplash)
Mamma e figlio (fonte unsplash)

LEGGI ANCHE: Nel cervello dei neonati i primi segni di ansia e depressione: uno studio

E voi unimamme in che modo aiutate i vostri figli a superare questi momenti d’ansia?

Per restare sempre aggiornato su notizie, ricerche e tanto altro continua a seguirci su GOOGLENEWS