Mamma si lancia dal 3° piano del palazzo con la figlia di 8 mesi: le immagini shock

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:25
0
66

Una mamma di origine senegalese di 36 anni si è gettata dal terzo piano del suo palazzo, con sua figlia di 8 mesi tra le braccia: voleva fuggire alle fiamme di un incendio.

mamma e figlia
Foto da AdobeStock

Il 12 giugno 2020, una mamma 36enne di origine senegalese e sua figlia di 8 mesi sono precipitate dal terzo piano di un palazzo nel quartiere Barriera Milano a Torino, per sfuggire a un incendio.

LEGGI ANCHE > MAMMA SALVA I FIGLI DA UN INCENDIO MA RISCHIA LA PRIGIONE |  FOTO

Mamma e figlia gravissime dopo una caduta dal terzo piano di un palazzo

Venerdì 12 giugno in un palazzo in via Rondissone 30, nel quartiere Barriera Milano di Torino, si è sviluppato un incendio. Dal vano dell’ascensore proveniva un fumo denso  a causa di un rogo. Sene Ndolle si trovava da sola nel suo appartamento, insieme alla sua piccolina di 8 mesi. L’incendio si è sviluppato verso le 10 del mattino e il fumo, in poco tempo, ha invaso le scale. La donna ha aperto la porta ma ha visto che il fumo era ovunque, persino nel suo appartamento, così è corsa a una delle finestre che davano sulla strada. I testimoni hanno raccontato che la mamma stringeva la sua piccina, per cercare di proteggerla. Dalla finestra cercava aiuto.

LEGGI ANCHE > PAPA’ MUORE PER L’INCENDIO DELL’ALBERO DI NATALE: 10 CONSIGLI PER EVITARE INCENDI

Mamma si lancia dal 3° piano del palazzo con la figlia di 8 mesi per sfuggire a un incendio FOTO Universomamma.it

Gaetano Romito, uno dei presenti, ha poi dichiarato su La Stampa: “non capivo bene ciò che diceva. Sembrava voler lanciare la piccina a noi che eravamo in strada, farla prendere al volo a noi“. Da sotto le persone le gridano di non gettare la piccina. “Non lanciarla, non farlo. Non farlo” le hanno detto. Pare che abbiano cercato di farle capire che doveva stare tranquilla, che stavano arrivando i pompieri. La donna però era in preda al panico e, ad un certo punto, ha scavalcato la finestra e ha messo i piedi sul cornicione. Poi ha abbracciato la figlia e si è gettata nel vuoto. Nella caduta lei si è procurata fratture alle gambe, alla schiena, al torace, è ricoverata in terapia intensiva al San Giovanni Bosco, mentre la piccolina è stata trasportata in gravissime condizioni al Regina Giovanna.

Il marito, operaio alla Azimut di Avigliana, ha provato a spiegare: “È una brava madre, non aveva problemi. Ha avuto paura”. Cadendo la piccolina è rimbalzata sull’asfalto. Ha avuto un arresto cardiaco, ma è stata rianimata, ha subito anche un delicato intervento neurochirurgico per una grave lesione cerebrale. Pare che sarà un miracolo se si salverà. Successivamente i vigili del fuoco hanno spento l’incendio senza problemi, non è chiaro cosa abbia scatenato le fiamme. 15 famiglie sono state evacuate. Si sta cercando di capire se si sia trattato di un corto circuito o di qualcuno che ha gettato un mozzicone di sigaretta nell’ascensore. Unimamme, cosa ne pensate di questa triste storia? Noi speriamo che mamma e figlia ce la facciano.

LEGGI ANCHE > UNA MAMMA HA DOVUTO SCEGLIERE QUALE DEI DUE FIGLI SALVARE PRIMA DA UN INCENDIO FOTO

Per restare sempre aggiornato su notizie, ricerche e tanto altro continua a seguirci sui nostri profili FACEBOOK INSTAGRAM o su GOOGLENEWS.

Mamma si lancia dal 3° piano del palazzo con la figlia di 8 mesi per sfuggire a un incendio FOTO Universomamma.it