Bambini ingeriscono milioni di microplastiche dai biberon: lo studio che spaventa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:40

Bambini e mircoplastiche ingerite dai biberon in polipropilene. La scoperta in uno studio.

bambini microplastiche biberon
Bambini e mircoplastiche dai biberon – Universomamma.it (Foto di Lucy Wolski su Unsplash)

La sconcertante scoperta di uno studio scientifico: i bambini piccoli ingeriscono enormi quantità di microplastiche quando bevono dai biberon in polipropilene, sostituti dei biberon in vetro di una volta. L’esposizione alle micro particelle di plastica è molto più elevata di quanto si pensasse finora.

LEGGI ANCHE —> MICROPLASTICHE NELL’UOMO: L’ALLARME DEGLI SCIENZIATI

Lo studio è stato condotto dai ricercatori del Trinity College di Dublino che segnalano anche la pericolosità dell’uso dei contenitori in plastica per gli alimenti. Ecco cosa bisogna sapere.

Bambini ingeriscono milioni di microplastiche dai biberon

bambini microplastiche biberon
Bambini ingeriscono a milioni di mircoplastiche dai biberon – Universomamma.it (Adobe Stock)

Quando bevono il latte dal biberon, i bambini ingeriscono fino a 1 milione e 600 mila particelle di microplastica al giorno. Un dato impressionante che viene da uno studio condotto dai ricercatori del prestigioso Trinity College di Dublino che hanno studiato i contenitori in plastica per alimenti e bevande. I biberon oggetto dello studio sono quelli in polipropilene, un materiale plastico che ha sostituto il vetro.

L’esposizione degli esseri umani alle microplastiche non è una novità, è un fenomeno riconosciuto da tempo dagli scienziati di tutto il mondo, che hanno trovato micro particelle di plastica nelle feci umane. Un fenomeno dovuto non solo alla contaminazione della catena alimentare, con mari e oceani infestati dalla plastica, ma anche a quello atmosferico. Secondo alcuni studi, infatti, la plastica nell’ambiente è talmente tanta che le sue particelle più infinitesimali sono ormai anche nell’aria e le respiriamo.

Anche l’assunzione di microplastiche da parte dei bambini, da biberon e altri oggetti di plastica usati per scopo alimentare (contenitori, posate ecc.), era conosciuta ma non con tali proporzioni. Il nuovo studio scientifico aprirebbe dunque nuovi scenari.

LEGGI ANCHE: BIBERON QUANDO E PERCHÉ SMETTERE DI USARLO SECONDO UN’ESPERTA

La dispersione di microplastiche dai biberon in polipropilene, con conseguente ingestione da parte dei neonati, viene dalla procedura di sterilizzazione ad alta temperatura, fino a 95°, che viene applicata quando si prepara il biberon con il latte artificiale, secondo le linee guida internazionali. La sterilizzazione avviene di solito mettendo il biberon in un pentolino con acqua bollente.  Secondo i ricercatori, scaldando le bottiglie affinché siano sterili, vengono persi milioni di microplastiche e trilioni di nanoplastiche ancora più piccole. I ricercatori hanno scoperto che il rilascio di microplastiche è aumentato da 6 milioni di particelle per litro a 55 milioni per litro.

Il polipropilene è una delle plastiche più utilizzate anche per uso alimentare. Anche bollitori e contenitori per alimenti prodotti con questo materiale possono produrre milioni di microplastiche per litro di liquido.

I più esposti sono i bambini fino a 12 mesi, quando nel loro primo anno di vita vengono nutriti con il latte artificiale preparato nei biberon in polipropilene.

Nel loro studio i ricercatori hanno testato fino a 10 biberon differenti, che rappresentano l’82% del mercato mondiale,  e seguito le linee guida per la loro sterilizzazione con acqua a temperatura elevata. Gli scienziati hanno così scoperto che i bambini sono esposti a 1,6 milioni di particelle di microplastica al giorno durante il loro primo anno quando vengono nutriti con latte artificiale in bottiglie di polipropilene. Un numero che sale fino a 2 milioni di particelle al giorno negli Stati Uniti, in Australia e nei Paesi europei a causa dei livelli più elevati di alimentazione artificiale.

Gli effetti sulla salute di questa esposizione massiccia a microparticelle di plastica non sono ancora noti, di certo non devono essere positivi, specialmente nei bambini piccoli. Gli autori dello studio, pertanto, suggeriscono di valutare questo problema con urgenza e cambiare i contenitori in plastica e biberon per bambini. Gli studiosi temono che le microplastiche possano trasportare agenti patogeni o sostanze chimiche tossiche nel corpo.

I ricercatori del Trinity College di Dublino hanno anche elaborato delle linee guida per la sterilizzazione dei biberon in polipropilene, quando si prepara il latte artificiale per i neonati, in modo da ridurre il più possibile l’esposizione alle microplastiche.

Le indicazioni per preparare il biberon:

  • risciacquare i biberon sterilizzati con acqua fredda e sterile;
  • preparare il latte artificiale in polvere in un contenitore non di plastica;
  • trasferire la preparazione nel biberon dopo che ha raggiunto temperatura ambiente;
  • evitare di riscaldare la preparazione in contenitori di plastica, soprattutto al forno a microonde.

Lo studio scientifico è stato pubblicato sulla rivista Nature Food: “Microplastic release from the degradation of polypropylene feeding bottles during infant formula preparation“, “Rilascio di microplastiche dalla degradazione dei biberon in polipropilene durante la preparazione del latte artificiale”. Lo studio è citato da Il Salvagente.

bambini bineron
Bambini e mircoplastiche dai biberon – Universomamma.it (Adobe Stock)

LEGGI ANCHE: SCOPERTO IL BIBERON DELLA PREISTORIA: RISALE A 3000 ANNI FA

Che ne pensate unimamme di questa scoperta?

Per restare sempre aggiornato su notizie, ricerche e tanto altro continua a seguirci su GOOGLENEWS.