Tampone nasale fai da te: l’ultima novità per combattere il virus

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:27
0
398

Un test per la COvid – 19 che può essere svolto senza l’intervento dei sanitari.

tampone automatico
fonte Tai’s Captures- Unsplash

Finalmente la scienza e la ricerca hanno messo a punto un ulteriore strumento per combattere il virus che ha causato una pandemia mondiale.

Nuovo Test per Covid: i risultati dello studio

L’importante scoperta proviene dall’Ospedale Meyer di Firenze che ha creato un tampone nasale per rilevare la positività al Sars CoV- 2 senza l’intervento del personale sanitario.

LEGGI ANCHE: MALATI A CASA: IL PROTOCOLLO PER LE CURE DEL MINISTERO

Si tratta di un kit autosomministrato su cui hanno lavorato gli esperti del laboratorio di Immunologia del nosocomio toscano e che ha un nome davvero particolare, infatti si chiama Uffa!.

La prima fase della sperimentazione di questa utilissima innovazione è già stata superata e a partire da lunedì 16 novembre Uffa verrà utilizzato.  Lo studio Uffa! è stato approvato dal Comitato Etico Pediatrico ed è stato avvito il 6 ottobre, finita la prima fase.

 

fonte: Ospedale Meyer

Ecco come funziona:

  • lo scopo era quello di trovare un modo rapido ed efficiente per testare gli operatori sanitari del Meyer
  • è facile da usare
  • è indolore
  • bisogna inserire il bastoncino con la punta in cotone in una narice e poi nell’altra, poi chiuderlo in una provetta che verrà analizzata
  • è poco fastidioso perché viene inserito solo nella narice senza andare in profondità

LEGGI ANCHE: QUARANTENA E AUTO ISOLAMENTO IN CASA: COME PREVENIRE IL CONTAGIO IN FAMIGLIA

Diversi studi testimoniano che se una persona ha la Covid – 19 questa è presente anche nel naso. Per sapere se avete fatto bene l’esame sappiate che nella macchina che analizza i tamponi c’è un controllo interno che dimostra se il metodo è stato utilizzato bene o meno.

Come si è svolto lo studio:

  • sono stati arruolati gli operatori sanitari del Meyer che si sono sottoposti al prelievo del sangue per il test di sorveglianza test anticorpi Sars Cov – 2 (sierologico)
  • sono stati utilizzati tutorial e istruzioni scritte
  • dal 6 ottobre del 2020 al 9 novembre 2020
  • sono stati autosomministrati 803 tamponi
  • contemporaneamente sono stati effettuati su operatori e pazienti 1016 tamponi orofaingei classici
  • nessun tampone è risultato non valido nè nel gruppo autosomministrato nè in quello eseguito  dagli operatori
  • nei tamponi autosomministrati: 10 positivi (su 803) di cui 8 asintomatici e 2 asintomatici, nessun falso positivo
  • nei tamponi somministrati dagli operatori: 12 positivi (su 1016)

LEGGI ANCHE: COVID – 19: IN CASO DI SINTOMI O TAMPONE POSITIVO, COME COMPORTARSI

I valori del controllo interno dei campioni analizzati si sono attestati tra 16 e 38, questo ha provato che i tamponi autosomministrati sono adeguati quanto quelli effettuati dai sanitari.

Come dicevamo da lunedì Uffa verrà utilizzato su tutti gli operatori (1500). Presto però Uffa! potrebbe diventare la soluzione al sovraffollamento dei centri per fare il tampone.

tampone automatico (1)
fonte Mufid Majnun – Unsplash

La professoressa Chiara Azzari, responsabile del Laboratorio di Immunologia, ha commentato: “Riteniamo opportuno continuare lo studio includendo anche i bambini positivi ricoverati nel reparto Covid del Meyer: saranno anche i genitori a fare loro il tampone per i controlli periodici durante il loro ricovero“. La dottoressa ha sottolineato che i dati preliminari sono molto buoni, naturalmente se i genitori potranno fare il tampone ai figli questi ultimi lo vedranno come meno invasivo.

Unimamme, cosa ne pensate di questa novità del Meyer?

 

Per restare sempre aggiornato su notizie, richiami e tanto altro continua a seguirci su GoogleNews.