Natale 2020: novità per le visite ai nonni ed agli amici

In questo Natale 2020 molto particolare ci sono diverse restrizioni da seguire, ecco cosa fare per gli amici ed i nonni non autosufficienti.

Spostamenti Natale
Foto da Adobe Stock

Unimamme ormai abbiamo capito che sarà un Natale molto particolare, molto diverso dal solito con tante restrizioni che sono necessarie per far abbassare la curva dei contagi e mantenere l’epidemia sotto controllo.

Dal 4 dicembre è valido il nuovo Dpcm che va anche a regolare gli spostamenti durante i giorni festivi, il 25, il 26, ed il 1° Gennaio. In questi giorni oltre al coprifuoco non si potrà nemmeno recarsi in un altro comune, mentre dal 21 dicembre non saranno autorizzati gli spostamenti tra Regioni.

Chiarimenti dal Governo sugli spostamenti per il natale 2020 per nonni ed amici

Nuovo decreto Natale
Foto da Adobe Stock

Dopo l’emanazione del Dpcm il Governo ha emesso una specifica che riguarda le visti a parenti ed amici che sono non autosufficienti ed una che permette i viaggi prima del 21 dicembre.

LEGGI ANCHE: LIVE NON È LA D’URSO, IL MINISTRO BOCCIA SPEGNE LE POLEMICHE SUL NATALE

Se ci si vuole muovere in questi giorni si dovrà mostrare una autocetiftcazione che attesta il motivo. Ci si potrà spostare solo in caso di necessità (lavoro, saluto) tra i quali è stata inserita anche la visita a parenti o amici non autosufficienti. che si trovano in altri Comuni.

I controlli sono già previsti per l’Immacolata, ma saranno ferrati a partire dal 21 dicembre. Rimane, specie per chi vive in piccoli paesini, come molti nella provincia di Como, la richiesta di rivisitare le interpellanze tra comuni piccoli e adiacenti. Richiesta che potrebbe essere presa in considerazione nei prossimi giorni.

La circolare pubblicata dal Ministero per l’Interno sulle misure del Dpcm 3 dicembre 2020 e sul decreto legge 2 dicembre n. 158 2 certifica che: “sarà possibile fare visita agli amici, ai nonni o agli anziani soli in qualsiasi momento (rispettando il coprifuoco) durante le feste di Natale 2020 e Capodanno 2021. Ma specifica che dovranno essere “non autosufficienti”.

LEGGI ANCHE: DPCM NATALE E SPOSTAMENTI: COME FARE CON NONNI E FAMIGLIARI

Chi aggirerà i divieti potrà anche essere denunciato penalmente: “Se si ferma un soggetto e questo produce un’autocertificazione che ad una verifica risulta falsa, non puoi dargli solo la multa di 300 euro. Devi perseguirlo effettivamente con una denuncia per falso in atto pubblico. Per estremizzare bisogna portarlo di fronte ad un giudice penale, così non c’è il rischio si prendano sotto gamba le misure. Non può passare il messaggio che si tratta di una sorta multa per divieto di sosta, va a finire che qualcuno che dica “chi se ne frega” lo trovi sempre“.

Quindi, nei giorni indicati si potrà:

  • far rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione, con esclusione degli spostamenti verso le seconde case ubicate in altra regione o provincia autonoma;
  • una situazione di necessità è anche quella dell’esigenza di raggiungere parenti, ovvero amici, non autosufficienti, allo scopo di prestare ad essi assistenza.

Per questo ultimo punto è però importante munirsi di autocertificazione dove si aggiungere la dicitura “l’esigenza di raggiungere parenti, ovvero amici non autosufficienti allo scopo di prestare ad essi assistenza, secondo quanto già chiarito in apposita Faq pubblicata sul sito web del governo”. C’è da segnalare che nella norma non si specifica che questi debbano essere “soli”.

Chi sono le persone non autosufficienti? Secondo le indicazioni dell’International Classification of Functioning Disability and Health-ICF dell’Organizzazione mondiale della sanità non autosufficiente è chi ha:

  • l’incapacità di provvedere autonomamente al governo della casa, all’approvvigionamento e alla predisposizione dei pasti;
  • l’incapacità di provvedere autonomamente alla cura di sé, ad alimentarsi e al governo della casa;
  • l’incapacità di provvedere autonomamente alle funzioni della vita quotidiana e alle relazioni esterne e presenza di problemi di mobilità e di instabilità clinica.

Per gli spostamenti tra Regioni prima del 21 dicembre 2020

Sembrerebbe che molti Italiani abbiano già provveduto a prenotare le vacanze natalizie prima della fatidica data del 21 dicembre. Secondo quanto riferito dall’Alitalia e riportato dal Corriere della Sera, le prenotazioni per volare dal 14 al 20 dicembre sono aumentate del 50%, ma crescono del 13% anche quelle per la settimana successiva, quando in teoria non ci potrebbe spostare.

Ci dovranno essere dei mirati servizi di controllo sopratutto in prossimità delle feste e saranno rafforzate le risorse in campo in ragione della maggiore gravosità dell’impegno’, prosegue.

Voi unimmme vi siete già organizzate per questi giorni? Come passerete questo Natale? Vi ricordiamo che ci sono regole precise anche per chi ritorna nel nostro Paese dall’estero.

Per restare sempre aggiornato su notizie, ricerche e tanto altro continua a seguirci sui nostri profili FACEBOOK INSTAGRAM o su GOOGLENEWS.