Se vuoi rimanere incinta ti basta fare questo semplice calcolo

Se anche tu vuoi rimanere incinta, ti basterà fare questo semplicissimo calcolo? Così il concepimento ti risulterà facilissimo. 

Ricordate quando vi abbiamo spiegato quanto sia importante ascoltare il proprio corpo e capire se c’è qualcosa che non va per il verso giusto? Si dice, infatti, che il corpo umano sia una perfetta macchina, che quando ha qualcosa che non funziona, inizia ed emanare i primi segnali. Quello di cui vi parleremo tra qualche istante rispecchia alla grande queste nostre parole, ma ha a che fare con qualcosa di più che positivo: la gravidanza!

calcolo incinta
come fare calcolo rimanere incinta – universomamma

Se si riesce a distinguere facilmente se il concepimento è avvenuto oppure no, altrettanto semplice è capire quando si è nel periodo fertile del mese e, quindi, c’è più possibile di rimanere incinta. Siete curiose anche voi di sapere qual è il calcolo che occorre fare?

Forse non tutti lo immaginano, ma ogni donna ha la possibilità di calcolare il suo periodo fertile. E rendersi conto, quindi, di quando è il momento buono per poter diventare mamma. La prima cosa da tenere bene a mente, infatti, è l’arrivo del ciclo. È proprio dal primo giorno delle mestruazioni, quindi, che bisogna partire per poter intuire da sé quando arriva l’ovulazione. Ovviamente, sia chiaro, questo è un discorso che vale per quelle donne che hanno un ciclo mestruale regolare. Coloro che, invece, hanno un ciclo irregolare, non possono fare molto affidamento su questo calcolo, ma solo su metodi naturali. Bando alle ciance, ecco cosa sappiamo.

Qual è il calcolo da fare per rimanere incinta

Assodato che i segni dell’ovulazioni sono chiari e ben distinguibili dall’arrivo del ciclo mestruale, non ci resta che capire quando inizia, come rendersene conto e come capire che si è in un periodo fertile. Di seguito, quindi, vi riporteremo qual è il calcolo da dover mettere in pratica sia se ha un ciclo mestruale regolare che irregolare.

  1. In quelle donne che hanno delle mestruazioni regolari e, quindi, ogni 28/30 giorni, l’ovulazione arriva tra il dodicesimo e quattordicesimo giorno dell’ultimo ciclo mestruale;
  2. Qualora, invece, aveste delle mestruazioni irregolari, potreste avvalervi di metodi naturali. Parliamo, quindi, di una maggiore produzione di muco cervicale, che nei giorni dell’ovulazione diventa più denso, e la temperatura basale. In che cosa consiste quest’ultima tecnica? La risposta è semplicissima: la misurazione della temperatura corporea. A meno che non ci sia un malanno di stagione e qualche altra motivazione, nel periodo dell’ovulazione la temperatura di una donna, soprattutto di primo mattino, potrebbe leggermente aumentare. In alcune donne, pensate, potrebbe addirittura superare i 37 gradi.

Detto questo, adesso non possiamo fare altro cosa consigli di fare Eleonora Iachini, ginecologa del Centro Medico Santagostino. Da quanto si apprende dalle sue dichiarazioni riportate anche su nostrofiglio.it, infatti, sembrerebbe che – una volta capito di essere nel periodo fertile – c’è la possibilità di avere dei rapporti intimi col proprio partner a giorni alterni. La dottoressa, infatti, sconsiglia un’astinenza superiore a cinque giorni, altrimenti lo sperma si ‘impigrisce’, e un’attività sessuale quotidiana e costante.

come rimanere incinta
come rimanere incinta calcolo – universomamma

Sapevate tutto quello che vi abbiamo appena raccontato?