leggere ai bambini

Un gruppo di studiosi ha scoperto che leggere con i genitori aiuta i bambini in età prescolare a renderli 8 mesi più grandi.

La lettura è considerata un punto importante per lo sviluppo del cervello dei bambini, soprattutto di quelli piccoli, i pre-scolari dai 0 ai 5 anni. Leggere con i genitori rafforza il legame che il bambino tenderà ad instaurare con essi. Per leggere un libro insieme bisogna stare vicini e si vanno a condividere le emozioni che si riscontrano durante la lettura.

Uno studio ha dimostrato che leggere con i propri figli permette loro di avere un vocabolario più ampio e di migliorare le competenze linguistiche tanto da sembrare più grandi di 8 mesi per le capacità di linguaggio. Questo studio è stato portato a termine da un team di ricercatori dellaNewcastle University’s School of Education, guidati dal Professore James Law.

Hanno esaminato molti studi avvenuti negli ultimi 40 anni, dove la lettura è stata fatta con un genitore, di 5 diversi Paesi: Stati Uniti, Sudafrica, Canada, Israele e Cina.

Leggere con i bambini ha un beneficio che dura nel tempo

I ricercatori hanno preso come riferimento i bambini in età prescolare ed hanno dimostrato che le capacità di comprendere le informazioni e le abilità linguistiche sono influenzate positivamente quando i bambini leggono con qualcuno a cui sono legati.

Inoltre la lettura con i genitori consente loro di apprendere più in fretta la struttura del linguaggio andando a migliorare la capacità di comunicazione.

Nel rapporto stilato dai ricercatori inglesi si legge come essi stavano cercando effetti legati al:

  • linguaggio ricettivo, comprensione
  • linguaggio espressivo, dove un bambino mette i propri pensieri in parole come vocabolario e grammatica
  • alle abilità pre-lettura, come le parole vengono strutturate.

I risultati sono stati positivi per ogni categoria, ma la differenza maggiore è stata riscontrata con le competenze linguistiche ricettive.

Inoltre i bambini socialmente svantaggiati hanno avuto un beneficio leggermente maggiore rispetto agli altri.

Il Professore Law ha dichiarato di essere molto contento dei risultati ottenuti: “Mentre sapevamo già che leggere con i bambini piccoli è vantaggioso per il loro sviluppo e per le successive prestazioni accademiche, il vantaggio di otto mesi che questo studio ha identificato è stato sorprendente. Otto mesi sono una grande differenza nelle competenze linguistiche quando si guardano i bambini sotto i cinque anni. Il fatto che abbiamo visto un effetto con le competenze linguistiche ricettive è molto importante”.

Sulla base di questi nuovi risultati i ricercatori invitano le autorità a promuovere la lettura con i genitori: “Ci sono state molte iniziative nel corso degli anni per portare i libri nelle case dei bambini piccoli. Quello che stiamo dicendo è che non è abbastanza. Leggere con bambini piccoli ha un effetto potente. Per questo motivo, dovrebbe essere promosso attraverso le persone che si occupano della salute pubblica in quanto questo semplice atto può fare davvero la differenza“.

Leggi anche > Leggere insieme ai figli migliora il legame coi genitori 

Voi unimamme leggete con i vostri figli? Eravate a conoscenza di questo studio?