Donna partorisce elicottero
Nascita ad alta quota: donna partorisce in elicottero – Universomamma.it

Una donna incinta partorisce sull’elicottero che la stava portando in ospedale. Il problema della mancanza di un punto nascita.

Molto spesso per mancanza di un numero sufficiente di pazienti i punti nascita che sono presenti negli ospedali sono costretti a chiudere. Secondo quanto riportato dal Ministero per la Salute, i punti nascita che hanno meno 500 parti all’anno sono costretti a chiudere. Questo crea un disservizio non indifferente per le donne incinte che sono costrette ad affrontare a volte dei tragitti molto lunghi per arrivare all’ospedale. Può succedere che non si faccia in tempo per le condizioni meteo o per un’urgenza che logicamente non può essere programmata in anticipo.

E’ quello che è successo ad una donna residente in Sardegna che ha partorito mentre era sull’elisoccorso del 118.

Donna partorisce in elicottero per la mancanza di un punto nascita nel vicino ospedale

Nell’ospedale di Paolo Merlo che si trova a La Maddalena, un comune in provincia di Sassari, in Sardegna, non c’è attivo il punto nascita. Ieri pomeriggio, una donna incinta si è recata in ospedale, ma non essendo possibile ricoverarla li, i medici hanno deciso di chiamare il 118 per permettere il trasferimento nell’Ospedale di Olbia. Una quarantina di chilometri separano un ospedale all’altro e per questo, per velocizzare le operazioni di trasporto, è stato richiesto l’intervento del servizio di elisoccorso. Gli operatori del 118 una volta atterrati hanno trasferito la donna sull’elicottero e sono decollati.

LEGGI ANCHE > UN BIMBO NASCE SOTTO LA NEVE IN PROVINCIA DI BERGAMO

Mentre erano in volo, la donna ha partorito una bambina tra l’emozione dell’equipaggio, pilota, medici ed infermieri che sono rimasti sorpresi. Un parto che per fortuna è andato tutto bene, ma che ha portato alla luce la necessità di riaprire i punti nascita negli ospedali del Paolo Merlo a La Maddalena e del Paolo Dettori di Tempio Pausania., sempre in provincia di Sassari. Una richiesta che, come riportato dall’Ansa, è stata fatta già qualche giorno prima da Mario Nieddu, l’assessore alla sanità della Regione Sardegna.

LEGGI ANCHE > PARTORIRE IN VENETO PER AVERE UN POSTO SPIAGGIA GRATUITO

Voi unimamme eravate a conoscenza di questo parto ad alta quota? Cosa ne pensate delle chiusure dei punti nascita negli ospedali?