Coronavirus | I numeri aggiornati su guariti, morti e contagiati | FOTO
Coronavirus | I numeri aggiornati su guariti, morti e contagiati | FOTO

Coronavirus | I numeri aggiornati su guariti, morti e contagiati | FOTO

Coronavirus in Italia: i numeri aggiornati su guariti, morti e contagiati. Quello che bisogna sapere.

coronavirus numeri aggiornati
Coronavirus | I numeri aggiornati su guariti, morti e contagiati | FOTO – Universomamma.it (Ospedale di Piacenza, foto di MIGUEL MEDINA/AFP via Getty Images)

Sono usciti gli ultimi dati aggiornati sull’epidemia di cornavirus in Italia. Sono notizie in parte preoccupanti ma anche positive, per fortuna. Come ha comunicato la Protezione Civile nella conferenza stampa odierna, i contagi da Covid-19, la malattia causata dal nuovo coronavirus arrivato dalla Cina (il cui nome scientifico è Sars-Cov-2), hanno raggiunto la soglia di 8mila in Italia. Si tratta nello specifico di 7.985 persone positive al momento. Una cifra che supera i 9mila casi se si includono anche i guariti e i deceduti.

Numeri che fanno impressione. Nel frattempo, però, è arrivata anche una buona notizia: il paziente 1, il 38enne di Codogno da cui era partito uno dei focolai principali della Lombardia, sta meglio, respira autonomamente ed è uscito dalla terapia intensiva.

Coronavirus: numeri aggiornati su guariti, morti e contagiati in Italia

Puntuale come ogni giorno, alle 18.00 è uscito il bollettino aggiornato sui casi di coronavirus, o per la precisione di Covid-19, in Italia. Il Capo della Protezione Civile e commissario per l’emergenza, Angelo Borrelli, ha comunicato che oggi i contagi sono saliti a 7.985, sono 1.598 in più rispetto a ieri. Si tratta delle persone attualmente positive al coronavirus, tra queste ci sono quelli ricoverati in ospedale, quelli in isolamento a casa con o senza sintomi. I guariti sono 724, 102 in più di ieri. Mentre i decessi sono 463, rispetto a ieri sono 97 in più.

Va sempre precisato che il numero dei morti potrà essere confermato solo dopo che l’Istituto Superiore di Sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso. Questo perché diversi pazienti deceduti soffrivano di patologie pregresse.

LEGGI ANCHE –> CORONAVIRUS | “#IORESTOACASA”: I VIP LANCIANO UN IMPORTANTE MESSAGGIO | FOTO

Purtroppo i casi di coronavirus stanno crescendo in modo esponenziale in Italia, insieme alle persone decedute, ma per fortuna cresce anche il numero dei guariti. Sommando i casi attualmente positivi (persone malate e asintomatiche) ai decessi e alle guarigioni, si ottiene il numero di 9.172 casi totali di Covid-19 dall’inizio dell’epidemia in Italia.

Tra i 7.985 positivi al coronavirus:

  • 2.936 si trovano in isolamento domiciliare;
  • 4.316 ricoverati con sintomi;
  • 733 in terapia intensiva.

Dei 733 ricoverati in terapia intensiva, ben 440 sono nella sola Lombardia. Il sistema sanitario della regione è in grave difficoltà ed è stato necessario il trasferimento di altri pazienti non gravi e affetti da altre patologie in altri ospedali fuori regione.

La Lombardia è sempre la regione con la più elevata diffusione dell’epidemia, che al 9 marzo fa registrare le 4.490 casi di coronavirus, attualmente positivi. Seguono l’Emilia Romagna con 1.286 casi, il Veneto con 694 casi, il Piemonte con 337,  le Marche con 313 e la Toscana con 206 casi.

La distribuzione dei casi di Covid-19 su base regionale al 9 marzo 2020.

coronavirus numeri aggiornati

Durante la conferenza stampa il Capo della Protezione Civile ha anche comunicato che è stata avviata la consegna di 325 ventilatori per le terapie intensive e sub-intensive, la distribuzione inizia da questa sera in Lombardia. Borrelli, inoltre, ha ricordato che prosegue la distribuzione delle mascherine e dei dispositivi di protezione individuale. In particolare, domani verranno distribuite circa 100mila mascherine negli istituti penitenziari.

LEGGI ANCHE –> EMERGENZA CORONAVIRUS | “FACCIAMO LA SPESA PER VOI”: L’INIZIATIVA PER GLI ANZIANI | FOTO 

La buona, anzi ottima notizia del giorno è che Mattia, il paziente 1 di Codogno, in provincia di Lodi, che era arrivato in gravi condizioni all’ospedale della sua città, e al quale il 20 febbraio scorso era stato diagnosticato il coronavirus, sta meglio. Mattia ha ripreso a respirare da solo, è stato estubato e trasferito dalla terapia intensiva a quella sub intensiva. A dare la notizia è stato l’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera. Il 38enne è ricoverato all’ospedale San Matteo di Pavia. La moglie, incinta di 8 mesi, anche lei contagiata dal coronavirus, era stata dimessa dal Sacco di Milano lo scorso 5 marzo. La donna sta bene, così come la bambina che porta in grembo. Come riporta Repubblica.

Coronavirus e bambini 11
Coronavirus | I numeri aggiornati su guariti, morti e contagiati | FOTO – Universomamma.it

A livello mondiale, i casi di coronavirus sono arrivati a 113.579 dall’inizio dell’epidemia, di cui la stragrande maggioranza in Cina, pari a 80.735 casi. L’Italia è seconda con i suoi 9.172 casi, così come nel numero dei morti: 3.008 nella provincia cinese di Hubei, dove è partito il virus, e 463 nel nostro Paese. Stando ai conteggi, al momento abbiamo superato nel numero dei casi anche la Corea del Sud, dove i casi di Covid-19 si fermano a 7.478. La Corea è stata finora sempre dietro la Cina, salvo per il numero dei morti, che sono pochi rispetto al numero di contagi: al momento in Corea del Sud si contano 53 decessi attribuiti al coronavirus. Un altro Paese con elevato numero di contagi è l’Iran, con 7.161 casi e 237 decessi, al terzo posto nel mondo dopo l’Italia.

Stanno crescendo rapidamente i contagi anche in Francia, quinto Paese al mondo con 1.209 casi e settimo con 19 decessi, e in Germania, sesta con 1.176 casi ma con soli 2 morti.

Nel mondo i morti da coronavirus sono 3.995, mentre i guariti sono 62.496. I casi in Cina si sono stabilizzati, mentre stanno crescendo nel resto del mondo. L’Organizzazione Mondiale della Sanità non ha ancora dichiarato la pandemia.

Che ne pensate di questa situazione unimamme?

Vi ricordiamo anche le limitazioni introdotte con il Decreto del Presidente del Consiglio dell’8 marzo, che istituisce una vasta “zona arancione” (all’inizio si era parlato di nuove zone rosse) in tutta la Lombardia e in 14 province italiane, con chiusura delle scuole fino al 3 aprile, divieto di uscita e di entrata nei territori interessati, sospensione di tutte le manifestazioni pubbliche e chiusura di cinema, teatri, pub, sale giochi e circoli ricreativi.

Informazioni aggiornate sul Covid-19 in Italia le trovate sul sito web del Ministero della Salute.

Per restare sempre aggiornato su richiami, notizie e tanto altro continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram o su GoogleNews.

Coronavirus | I numeri aggiornati su guariti, morti e contagiati | FOTO – Universomamma.it (Ospedale di Codogno. Foto di MIGUEL MEDINA/AFP via Getty Images)