Campeggio: come organizzare una vacanza coi bimbi

Tutte le informazioni per organizzare una vacanza in campeggio coi vostri bimbi, senza avere brutte sorprese.

vacanza campeggio
Campeggio: come organizzare una vacanza coi bimbi | Universomamma.it (fonte: pixabay)

Il campeggio è un esperienza bellissima e farla in famiglia porta sicuramente tanti vantaggi, avvicina i bambini alla natura ed è una vacanza molto rilassante oltre ad essere economica. Non bisogna assolutamente temere che i bambini possano non adattarsi alla mancanza di comfort, perché loro hanno uno spirito di adattamento migliore del nostro e vivranno questa avventura con totalità se noi riusciamo a coinvolgerli: cosi potranno viverla da protagonisti.

Come organizzare una vacanza in campeggio

come organizzare
Campeggio: come organizzare una vacanza coi bimbi | Universomamma.it (fonte: pixabay)

La vita nel Campeggio

Passare una vacanza in campeggio è una boccata d’ossigeno; tutta la famiglia vivrà all’aperto non solo il giorno ma anche gran parte della notte  e se si dorme in tenda si ha anche la sensazione di dormire all’aperto. Una vacanza di questo tipo dilata la vostra percezione del tempo ed è un’occasione per conoscere meglio i vostri figli. Lontani dalle tensioni e dalle distrazioni della città i vostri figli potranno interagire con altri bambini e insieme a loro godere della libertà tipica del campeggio:

    • come giocare per terra
    • andare al bagno da soli
    • aiutare la mamma a lavare i piatti
    • o lavarli da soli
    • sporcarsi senza essere sgridati
    • andare a comprare il pane, i cornetti e il latte per fare la colazione
    • muoversi liberamente all’ interno del campeggio senza che voi genitori siate sempre preoccupati.

I bambini possono cominciare ad aiutare i genitori già all’età di 3-4 anni in piccole faccende e anche nel montaggio e l’allestimento della tenda. Per loro sarà magico addormentarsi e svegliarsi dentro la tenda.

LEGGI ANCHE —> COME AFFRONTARE UNA VACANZA IN MONTAGNA COI BAMBINI

Se proprio non vi sentite pronti ad affrontare un campeggio, potete optare per un’altra vacanza insieme ad altre famiglie che conoscete e optare per delle mete che siano vicinee dei campeggi che siano ben attrezzati.

Cosa fare prima di partire per il campeggio

L’organizzazione è fondamentale ecco a cosa bisogna pensare prima di partire:

  1. scegliere un campeggio che sia lontano da fonti di rumori e che sia immerso nella natura: l’estate l’ombra degli alberi è preziosa
  2. scegliere il campeggio e prenotarlo il prima possibile: così puoi trovare le posizioni migliori ancora libere
  3. scegliete attentamente l’alloggio: la casa mobile è molto adatta per i neonati
  4. scegliete una zona del campeggio vicino ai servizi igienici ma non troppo per evitare odori e rumori inappropriati oppure un’illuminazione fastidiosa la notte.
  5. meglio evitare vicini rumorosi
  6. portare i cavi elettrici da campeggio di solito vanno bene quelli con l’ attacco industriale e chiedere quale sia il voltaggio all’interno della piazzola
  7. portare un kit di pronto soccorso
  8. è importante coinvolgere i bambini nella vita del campeggio già da casa facendogli preparare lo zaino oppure una volta arrivati in campeggio facendovi aiutare a montare la tenda o facendogli raccogliere un po’ di legna per il fuoco: in modo che anche loro si sentano protagonisti di questa avventura

LEGGI ANCHE —> CAMPEGGIO CON LA FAMIGLIA: 6 BUONI MOTIVI PER FARLO

Campeggio con i bambini: cosa portare

La vità del campeggio è una vita spartana: non si possono portare le nostre comodità domestiche ma solo l’indispensabile. Ecco alcune cose che potrebbero servire con dei bambini:

  • una pompa a batteria materassini
  • sacca solo per i giochi dei bambini
  • lenzuola di seta per i bambini che non trattengono l’umidità o sacchi a pelo tecnici
  • una tenda piccolina da usare come gazebo
  • una torcia elettrica
  • oltre alla tenda serviranno:
    • materassi gonfiabili
    • lettino per bambino piccolo
    • fornelli da campeggio
    • sapone per i piatti
    • attrezzatura per bebè (a volte si può noleggiare)
    • se devi ancora comprare una tenda, meglio sceglierne una grande con una zona cucina
      Altra cosa importante scegliere il capetto e prenotarlo il prima possibile così si possono trovare oggi le posizioni migliori

LEGGI ANCHE —> MONTAGNA COI BAMBINI: COSA METTERE IN VALIGIA

campeggio come organizzare
Campeggio: come organizzare una vacanza coi bimbi | Universomamma.it (fonte: adobee)
Care unimamme il campeggio è un’esperienza bellissima che ognuno può vivere a modo suo, ci sono campeggiatori di ogni tipo secondo la mia esperienza. C’è chi si porta dietro il frigo, dei veri fornelli (non quelli da campeggio), tavoli enormi e super verande con più ambienti e c’è chi ama portarsi il minimo indispensabile e vivere le giornate più avventurosamente: ce ne è di tutti i gusti. Voi che tipo di campeggiatrici siete?
Per restare sempre aggiornato su notizie, ricerche e tanto altro continua a seguirci sui nostri profili  su GOOGLENEWS.