L’impegno di Kate Middleton per i bambini: “non bisogna essere genitori”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:30

Kate Middleton di nuovo impegnata per aiutare i bambini. Il suo interesse per i piccoli non solo perchè lei è mamma.

Kate Middleton Instagram
Foto da Instagram di @kensingtonroyal

La Duchessa di Cambridge e mamma di tre bambini è da sempre in prima linea per salvaguardare i diritti dei bambini sopratutto per quelli più piccoli. Tante volte si è occupata di loro pensando anche a quelli con difficoltà economica. Durante la pandemia ha fatto diverse videochiamate anche con alcuni genitori per supportarli in un momento difficile.

In un video lei stessa ha spiegato cosa la sua fondazione, la Royal Foundation, ha rivelato studiando le percezioni nei primi anni di vita di un bambino. Si tratta di uno studio tra i più ampi condotto in Gran Bretagna con la partecipazione di oltre mezzo milione di persone.

Kate Middleton per i bambini: il suo impegno per gli adulti del domani

Kate Middleton figli
Foto da Instagram di @kensingtonroyal

La moglie di William d’Inghilterra, Kate Middleton, ha spiegato in un video lo studio che è stato condotto da una delle sue fondazioni sull’importanza di intervenire sui bambini molto piccoli. La Duchessa ha spiegato che le difficoltà vissute nei primi anni dell’infanzia possono poi sfociare in problemi a livello sociale; possono influenzare negativamente la salute mentale e portare alla tossicodipendenza in età adulta: “I primi anni dell’infanzia sono cruciali, ignorarli significa fraintendere in modo disastroso la loro importanza nel plasmare “la società del futuro”.

Dallo studio è emerso che l’emergenza Covid ha incrementato il livello di solitudine e di isolamento provato da mamme e papà che si sono trovati a dover restare a casa con bambini di età al di sotto dei cinque anni.

LEGGI ANCHE: KATE MIDDLETON E L’OMAGGIO AI BAMBINI MAI NATI | FOTO

Proprio per aiutare le famiglie ed i bambini, la Duchessa ha annunciato una serie di progetti, che prenderanno il via nel 2021, per far si che si capisca l’importanza, già nei primi anni di vita, dello sviluppo infantile.

Inoltre, nel discorso ha rivelato che il suo interesse per la prima infanzia non derivava dal suo essere madre, ma ha puntualizzato che essere un genitore “non è un prerequisito per comprendere l’importanza dei primi anni“. Ha affermato che il significato della gravidanza e dello sviluppo prescolare deve essere promosso meglio, avvertendo che l’attuale mancanza di comprensione potrebbe portare a un approccio “passivo” alla cura dei bambini.

Lo studio si basa essenzialmente su 5 punti fondamentali:

  1. il futuro di un bambino non è predeterminato alla nascita, ma solo il 24% delle persone sa che i primi 5 anni sono fondamentali;
  2. per i genitori è difficile curare il proprio benessere. Solo il 10% ci riesce;
  3. sentirsi giudicati dagli altri può peggiorare la situazione. Il 70% dei genitori si sente giudicato e ciò influisce sulla salute mentale;
  4. la pandemia ha aumentato la solitudine dei genitori, soprattutto in alcune zone più difficili;
  5. è aumentato il supporto delle comunità locali, ma non ovunque.

LEGGI ANCHE: “MIO FIGLIO LOUIS HA UN PROBLEMA” LA CONFESSIONE DI KATE MIDDLETON | VIDEO

Voi unimamme siete d’accordo con le parole di Kate Middleton? E’ importante agire da subito sui bambini?

Per restare sempre aggiornato su notizie, ricerche e tanto altro continua a seguirci su GOOGLENEWS.