Richiamo di un formaggio: l’allerta è urgente

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:49

Pubblicato il richiamo di un lotto di formaggio a causa di un potenziale rischio per i consumatori.

richiamo formaggio
Foto da Adobe Stock

Il Ministero della Salute ha annunciato il richiamo di un lotto di formaggio di una nota marca a causa di un possibile rischio microbiologico per i consumatori.

Richiamo formaggio: marca e lotto da controllare

Questi avvisi vengono formulati perché questi prodotti sono già stati immessi nel mercato della vendita.

L’urgenza viene dettata per tutelare la salute del consumatore.

LEGGI ANCHE: RICHIAMO FARINA PER RISCHIO CHIMICO | MARCA E LOTTO | FOTO

Come accennato l’allerta riguarda alcune forme di formaggio a latte crudo Formaggella, prodotta e venduta sotto il marchio Chiarelli Pierluigi.

Il richiamo proviene dal Ministero della Salute ed è dovuto alla presenza di Listeria Monocytogens.

I dati del prodotto incriminato:

  • Denominazione di vendita: Formaggio a latte crudo Formaggella
  • Marchio del prodotto:  Chiarelli Pierluigi
  • Nome o ragione sociale dell’OSA:  Chiarelli Pierluigi
  • Lotto di produzione:  02102020

LEGGI ANCHE: RICHIAMO FARINA PER RISCHIO CHIMICO | MARCA E LOTTO | FOTO

richiamo formaggio (1)
fonte Ministero della Salute
  • Nome del produttore:  Chiarelli Pierluigi
  • Marchio d’identificazione dello stabilimento: non pertinente
  • Sede dello stabilimento:  località Sette Colli, Lovere, Bergamo
  • Data di scadenza o termine minimo di conservazione:  non pertinente
  • Descrizione peso/volume di vendita:  formaggella a latte crudo (non preimballato, a peso variabile)

LEGGI ANCHE: RICHIAMO URGENTE SALSICCE NOTO MARCHIO: IL MINISTERO LANCIA L’ALLERTA

L’avviso risale al 27 novembre e il latte crudo Fomaggella ha comunque avuto una distribuzione limitata perché è stato commercializzato al dettaglio solo presso l’azienda in località Sette Colli, in provincia di Bergamo.  La vendita è avvenuta tra il 12 ottobre e il 16 novembre di quest’anno. 

Chi avesse acquistato questo formaggio non deve consumarlo, ma restituirlo al produttore se fosse possibile. La Lysteria monocytogens è un batterio che contamina diversi alimenti crudi, tra cui appunto anche il formaggio. Causa la listeriosi, una malattia infettiva che può provocare nausea, vomito, diarrea e infezioni più gravi come setticemia o meningite.

Unimamme, voi avete questo prodotto in casa vostra? Cosa ne pensate di questi richiami come quello del pesce spada surgelato?

 

Per restare sempre aggiornato su notizie, ricerche e tanto altro continua a seguirci su GOOGLENEWS.