La Caserma, ecco quali saranno le regole militari degli aspiranti soldati

Domani, 27 Gennaio, andrà in onda la prima puntata di “La Caserma”, il docu-reality di Rai Due che trasformerà i 21 partecipanti in dei soldati del 1917: ecco quali saranno le regole militari a cui dovranno attenersi.

fonte: Rai Due

Fin dal primo annucio, “La Caserma” è stato un programma televisivo che ha fatto molto discutere. Le principali polemiche, infatti, sono arrivate in merito all’uso delle armi, alla scelta dei giovani e alle incongruenze storiche. Tuttavia, nonostante le aspre critiche, già prima della messa in onda il programma ha riscosso un grande successo.

Quello che più incuriosisce e attira i telespettatori è la freschezza del format tutto nuovo e da scoprire, ma non solo: in molti, infatti, hanno giudicato le nuove generazioni come eccessivamente lascive e questa sarà l’occasione dei giovani di oggi di dimostrare la loro grinta.

Ventuno partecipanti tra ragazzi e ragazze, infatti, si cimenteranno in prove di forza e di coraggio per dimostrare che anche la discussa “Generazione Z” può affrontare le sfide di un coetaneo dello scorso secolo.

Ma quali saranno le ferree regole di disciplina a cui dovranno sottostare i novelli soldati? Eccole!

La Caserma, ecco le regole militari che i partecipanti dovranno rispettare

fonte: Rai Due

Chi ha detto che le nuove generazioni sono composte da pigri e bamboccioni? La Caserma è il docu-reality che proverà a sfatare questo mito mettendo alla prova ben 21 ragazzi dai 18 ai 24 anni che, per qualche settimana, dovranno rivivere l’atmosfera militare del 1917.

Prove fisiche, di coraggio e di team aspettano i giovani partecipanti che, ovviamente, dovranno sottostare anche a un rigido insieme di regole militari e di disciplina che nessuno potrà infrangere. Ecco quali sono!

Come ogni caserma storica che si rispetti, anche quella del nuovo docu-reality di Rai Due prevederà la sveglia all’alba con lo squillo delle trombe, lo spegnimento delle luci di sera, invece, sarà dettato dal “suono del silenzio”, alle 23.

Ogni mattina, tutti i cadetti dovranno rifare il letto con il famoso sistema del “cubo”: un sistema per riordinare il letto che prevede il sovrapponimento  dei vari elementi di corredo che compongono il giaciglio.

Dopo aver riordinato le camerate e aver indossato minuziosamente la divisa – che dovrà essere sempre pulita e in ordine – i giovani soldati metteranno in scena l’immancabile cerimonia dell’alzabandiera intonando in canto l’Inno d’Italia. 

Le regole disciplinari, inoltre prevedono anche alcune formule che dovranno essere utilizzate esclusivamente per rivolgersi ai propri superiori come: “comandi recluta” seguito da nome e cognome e il dover chiedere sempre il permesso per parlare in loro presenza.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da LA CASERMA (@lacasermaufficialeraii)

I partecipanti del reality, inoltre, dovranno fare il piantone, rispettare la divisa, svolgere il servizio mensa e il servizio di pulizie delle camerate e dei bagni.

I 21 ragazzi e ragazze, devono adattarsi a un rigido percorso di formazione militare rispettando tutti i dettami e le regole imposte da cinque istruttori professionisti e un severo ispettore capo: Simone Cadamuro, Germano Capriotti, Deborah Colucci, Giovanni Rizzo e Salvatore Rossi.

Il tranining dei giovani trasportati indietro nel tempo prevederà, tra le altre attività,  duri addestramenti, percorsi ginnici, corse zavorrate, camouflage, escursioni in esterna, arrampicate e traversate di un ponte tibetano.

Chissà cosa combineranno questi ragazzi!

E voi Unimamme, guarderete questo docu-reality? Che ne pensate?