Ikea e Lego insieme, nasce Bygglek: il sistema per ordinare in modo veloce

Ikea e Lego hanno unito le forze, nasce Bygglek, il sistema facile e intelligente per ordinare la camera dei bambini in pochissimo tempo e anche con loro!

Bambini e lego (fonte unsplash)
Bambini e lego (fonte unsplash)

Ordine che passione! Vedere le camere dei propri bambini sistemate, molto spesso, per le mamme di tutto il mondo, è un vero e proprio miraggio. Quante volte vi capita di rincorrere i nostri figli per tutta casa, chiedendo in vano di sistemare le proprie camere?

Soprattutto quando sono piccoli, è molto difficile convincere i bambini a mettere in ordine dopo aver utilizzato i loro giochi, cosa che non migliora di certo con il passare dell’età.

Già, in un precedente articolo avevamo parlato di quanto, utilizzando il metodo montessori, si instraurasse una buona routine nei più piccoli per l’ordine nelle loro camerette.

Il segreto era nel rendere la camera a misura di bambino, in modo tale che il piccolo, sentendosi parte integrante della propria stanza, fosse lui stesso a sistemarla.

Un simile principio è quello che ha portato Ikea e Lego a collaborare. Le due aziende hanno messo come protagonisti del progetto, che uscirà il 2 ottobre in tutti i negozi Ikea, proprio i bambini e i ragazzi.

La soluzione, che i due colossi hanno escogitato, si chiama Bygglek ed è un ottimo metodo per poter non solo giocare, ma allo stesso tempo sistemare.

Ikea e Lego arriva Bygglek, il sistema per ordinare le camere dei bambini

Lego (fonte unsplash)
Lego (fonte unsplash)

Niente di più facile, si tratta di un gioco e di un contenitore insieme. Questi sono fatti con i famosi mattoncini tutti colorati che da anni a questa parte hanno conquistato non solo il pubblico dei più piccoli, ma anche dei più grandi.

LEGGI ANCHE: Bambini e casa: ecco 5 trucchetti per tenerla sempre in ordine

La Lego è da più di cento anni che è leader nell’intrattenimento per bambini e che con i suoi giochi sviluppa e aumenta la creatività dei più piccoli.

Del resto, in base ad alcune ricerche fatte, pare proprio che giocare con i mattoncini colorati sia uno dei migliori modi per far trascorrere qualche ora in libertà i bimbi.

Ma che cosa sarebbe effettivamente il Bygglek?

Si tratta di un kit che invita ragazzi e bambini a costruirsi da soli dei contenitori dove poter riporre giochi, cancelleria o accessori presenti all’interno dell’armadio.

In sostanza sono dei contenitori che usando la fantasia e l’ingegno si possono creare e disporre come più si desidera.

Il progetto convince ancora di più perché, come si è detto in precedenza, mette in evidenza una discrepanza tra adulti e piccini. Secondo il colosso dei mattoncini colorati, genitori e figli si scontrano su come mettere a posto le proprie stanze, perché i bambini si ispirerebbero a un disordine creativo.

LEGGI ANCHE: Bambini in casa: ecco alcune attività da svolgere in terrazzo insieme a loro

In base a ciò che si legge su un articolo di D.Repubblica che parla di questo, il genitore che ordina la stanza del figlio rischia di “spezzare l’incantesimo del gioco e limitare l’espressione creativa e la crescita dei bambini”.

Dunque, a quanto pare, non sono i bambini ad essere disordinati, ma si tratterebbe di un grande misunderstanding tra adulti e piccini che non li porterebbe a guardare nella stessa direzione.

Perciò Ikea e Lego hanno deciso di sviluppare un progetto simile che potesse rendere i bambini liberi di organizzare i propri averi come più desiderano.

Tanto che ogni contenitore è dotato di uno “stud” – dei bottoncini circolari che permettono l’incastro dei pezzi Lego. Ogni scatola presenta uno “stud” sia sul coperchio sia sul lato anteriore, divenendo parte integrante delle costruzioni.

Insomma non resta che aspettare l’uscita di queste scatole magiche per scoprire in che modo verranno sfruttate dai piccoli e se anche gli adulti si cimenteranno in qualche costruzione originale.

Mattoncini Lego (fonte unsplash)
Mattoncini Lego (fonte unsplash)

LEGGI ANCHE: Come organizzare la cameretta dei bambini in poche mosse

E voi Unimamme siete curiose di scoprire di che cosa si tratta?

Per restare sempre aggiornato su notizie, ricerche e tanto altro continua a seguirci su GOOGLENEWS.