Inestetismi in gravidanza: quali sono i più comuni e come prevenirli

Durante la gravidanza ogni donna può affrontare una serie di inestetismi. Ma quali sono quelli più comuni e cosa è necessario fare per prevenirli?

Inestetismi (fonte unsplash)
Inestetismi (fonte unsplash)

I nove mesi della gravidanza per ogni donna rappresentano una fase diversa della propria vita: c’è chi apprezza ogni cambiamento, chi vuole continuare ad apparire al meglio anche con qualche in chilo in più e chi è alla ricerca di varie cure per i possibili inestetismi che si presentano.

Ovviamente non tutte le quasi mamme sono soggette agli stessi mutamenti, il tutto dipende dagli ormoni e, come sempre dalle predisposizioni genetiche.

Ma come, si è già visto, oltre agli inestetismi di cui parleremo a breve, ci sono tanti vantaggi che la gravidanza porta con se, come ad esempio una pelle morbida e più lucente e dei capelli splendenti.

E per le amanti delle chiome folte e lucide, questo è il momento giusto per sfoggiare nuove acconciature e look mai osati prima!

Allo stesso tempo però i nove mesi regalano alle donne in gravidanza una serie di inestetismi con cui non hanno fatto mai i conti. Uno dei più comuni è quello di avere gambe e piedi gonfi, di cui abbiamo parlato abbondantemente in un precedente articolo.

Ma c’è anche un altro temutissimo aspetto: quello delle smagliature. Come per tutte le cose c’è chi le ama e chi le odia, ma nel caso vogliate prevenirle, ecco alcuni consigli!

Inestetismi in gravidanza: quali sono i più comuni?

Smagliature (fonte Instagram @ashleygraham)
Smagliature (fonte Instagram @ashleygraham)

Anche durante la gravidanza, ogni donna vuole sentirsi più bella che mai. Di certo la gioia provata in questi mesi non basta per sentirsi più radiosa e splendente. Ovviamente è necessario prendersi cura del proprio fisico, magari concedendosi anche qualche giornata di relax dall’estetista per un pò di coccole!

LEGGI ANCHE: Depilazione in gravidanza: cosa usare per avere una pelle liscia?

In ogni caso è bene fare attenzione e prendersi cura di tutti quegli inestetismi che possono comparire a gravidanza iniziata e la cosa migliore da fare, come del resto in tutte le cose, è quella della prevenzione.

Dunque appellandoci al noto detto: “prevenire è meglio che curare”, è necessario capire come prestare attenzione al corpo e cosa fare per evitare che questi inestetismi rimangano anche dopo la fine della gravidanza.

Sì perché purtroppo, alcuni di questi, se non presi in tempo, potrebbero rimanere per sempre, provocando insicurezze e malumori nelle neomamme.

Di alcuni abbiamo già parlato: come ad esempio le smagliature. Per prevenire la loro formazione, il consiglio è quello di applicare, anche a gravidanza appena iniziata, degli oli di mandorle o di karitè, che aiutano la pelle ad essere più elastica e quindi a sopportare meglio il momento in cui la pancia inizierà a crescere.

Sulle smagliature bisogna stare molto attente perché, se non prese in tempo e gestite nel modo giusto, potrebbero poi rimanere per sempre.

Per quanto riguarda il gonfiore di gambe e piedi, è importante concedersi quasi tutti i giorni delle passeggiate di almeno mezz’ora e se possibile recarsi dalla propria estetista di fiducia per un bel massaggio drenante. In questo modo si otterranno dei miglioramenti evidenti.

LEGGI ANCHE: Smalto in gravidanza: quanto è dannoso? Alcuni consigli da tenere a mente

Come si sa il problema del gonfiore sparisce nel momento in cui la gravidanza termina e difficilmente lascia strascichi anche dopo.

Altri inestetismi che possono comparire sono macchi e cloasmi, soprattutto sul viso. Queste sono chiamate comunemente mascherina gravidica e compaiono principalmente sulla fronte, sulle guance, sugli zigomi e sul labbro superiore.

Le macchie hanno un colore tra il marroncino e il rossastro, dei contorni uniformi e sono dovute per lo più ai continui cambiamenti ormonali a cui è soggetto il fisico in questi mesi. Uno dei rimedi più utilizzato sia per prevenirle sia durante la comparsa è quello di fare un buono scrub una o due volte la settimana. E ricorrendo al medico c’è la possibilità di usare qualche prodotto più specifico.

Oltre a queste anche la ritenzione idrica e il prurito possono essere nemici delle donne incinte. Per quanto riguarda il prurito, la causa potrebbe essere un modo sbagliato di lavarsi. Se dovesse comparire, la cosa importante è ricorrere a soponi naturali e ipoallergenici.

La ritenzione idrica, invece, è causa sia delle smagliature sia del gonfiore. Per questo motivo è importante agire su questa in modo tale da prevenire gli altri due inestetismi.

Inoltre la ritenzione, se sottovalutata, può portare alla tanto odiata e temuta cellulite, perciò per prevenirla sono due gli alleati da tenere in considerazione: l’alimentazione e il bere tanta acqua.

Bellezza in gravidanza (fonte unsplash)
Bellezza in gravidanza (fonte unsplash)

LEGGI ANCHE: Skincare in gravidanza: ecco come prendersi cura del corpo

E voi Unimamme contro quali inestetismi avete dovuto combattere?

Per restare sempre aggiornato su notizie, ricerche e tanto altro continua a seguirci su GOOGLENEWS.