Abiti premaman: come scegliere la taglia adatta senza sbagliare

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:40
0
64

Sui vestiti premaman molte donne trovano difficoltà nello scegliere le taglie adatte e spesso rinunciano a comprarli, ma come si può capire?

Donna in gravidanza (fonte unsplash)
Donna in gravidanza (fonte unsplash)

Sui vestiti in gravidanza ci sarebbe da scrivere un vera e propria enciclopedia. Come è facile immaginare, tutte le donne incinte, nonostante la pancia, vogliono apparire belle e con un stile impeccabile.

Proprio a causa di questo motivo, non tutte ricorrono ai vestiti premaman affidandosi ad acquistare taglie più grandi di quello che vedono nei negozi o chiedendo al proprio partner di prestargli qualcosa.

Fino a qui nulla di male, ma i vestiti premaman sono davvero la soluzione più semplice per stare comode durante i nove mesi.

A causa di ciò, anche una modella e mamma ha deciso di dedicare il suo esordio da stilista proprio a questo settore.

Stiamo parlando di Bianca Balti che ha lanciato la sua prima collezione dedicata interamente alle donne in gravidanza.

Qualche spunto interessante si può anche prendere qua e là da tutte quelle star in gravidanza che sfoggiano, tra un paparazzo e un altro, vari stili davvero invidiabili.

Come si è visto in un articolo passato, quasi tutte le celebs prediligono degli abiti a palloncino, cioè stretti sul seno e larghi sui fianchi e sulla pancia in modo tale, evidentemente, di stare più comode.

Ma se si vuole davvero passare al lato oscuro e quindi iniziare ad indossare abiti premaman cosa scegliere e come regolarsi con le taglie?

Vestiti premaman: come scegliere le taglie senza sbagliare

Donna incinta (fonte unsplash)
Donna incinta (fonte unsplash)

Innazitutto è bene precisare una cosa: quando si tratta di gravidanza, qualsiasi donna dal secondo trimestre in poi vuole sentire una sola parola, comodità.

LEGGI ANCHE: Moda: le modelle over 50 conquistano le passerelle delle sfilate

Ebbene sì, quando il pancione inizia a crescere e si susseguono tutta una serie di problemucci legati alla gravidanza come ritenzione idrica, gonfiore soprattutto sulle gambe e sui piedi, indossare vestiti che regalano un pò di comfort è essenziale.

Proprio per ottenerlo, come si è scritto sopra, indossare abiti a palloncino, soprattutto d’estate regala una sensazione fresca e confortevole.

Per mantenere questa impressione si possono indossare anche camicie o maglie ampie, più strette sul seno e meno aderenti sotto, sbizzarendosi a sceglierle di qualsiasi colore e fantasia più si desideri.

Per quanto riguarda gonne e pantaloni, ci sono alcune precisazioni da fare: le gonne, come si può immaginare sono molto difficili da poter indossare, soprattutto dopo il secondo trimestre in poi, mentre invece sui pantaloni, a parte i jeans, ci sono molte varianti tra cui scegliere.

Sono tantissimi i modelli carini ed eleganti di pantaloni con l’elastico o con i lacci che durante la gravidanza possono risultare molto comodi e facili da indossare.

LEGGI ANCHE: Gravidanza: tutti i trattamenti da fare e non per sentirsi sempre al top

Inoltre, un must have che hanno proprio tutte e che negli ultimi tempi sta andando molto di moda è la salopette. Questa proprio per la sua forma è molto più semplice da vestire e si può abbinare con magliette o camicette di tutti i tempi.

Ma una volta trovati i modelli che ci piacciono e si addicono al nostro stile, come si scelgono le taglie dei vestiti premaman?

Per farlo è sempre bene partire dalla propria taglia prima della gravidanza.

In base a questa bisogna capire cosa è cambiato del proprio fisico e dove si è messo più peso. Capire quali zone del corpo sono più ampie è fondamentale perché permette proprio di regolarsi e comprare i vestiti della taglia adatta.

Se ad esempio, non si è messo su tanto peso e solo sulla pancia e un pò sui fianchi, con grande probabilità, la taglia precedente alla gravidanza può ancora andare bene, se invece il corpo è totalmente diverso da prima e i chili presi sono di più, allora è necessario stravolgere il proprio guardaroba.

Così per capire meglio la propria taglia è bene prendere le misure del proprio corpo, partendo dal seno, nel punto più largo, continuando poi con la pancia, dal punto più sporgente, misurando i fianchi e poi anche la coscia appena sotto l’inguine.

In base alle misure che si hanno, sarà così molto più semplice trovare i vestiti adatti e perfetti per le nuove taglie perché la maggior parte dei vestiti premaman, soprattutto per l’intimo, segnano i centimetri e la taglia a cui corrispondono!

Moda in gravidanza (fonte unsplash)
Moda in gravidanza (fonte unsplash)

LEGGI ANCHE: Tingere i capelli in gravidanza: si può fare e a quali danni si va incontro?

E voi unimamme come siete riuscite a scegliere la taglia dei vostri vestiti premaman?

Per restare sempre aggiornato su notizie, ricerche e tanto altro continua a seguirci su GOOGLENEWS