Lo spot che racconta i dolori del post parto censurato dagli Oscar: “Troppo esplicito”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:22
0
74

Un video sincero e realistico, uno spot che racconta le condizioni di una neomamma durante il post parto è stato censurato durante la notte degli Oscar perché troppo reale.

Spot di Frida mom (fonte Youtube @fridamom)
Spot di Frida mom (fonte Youtube @fridamom)

La notte degli Oscar, come è noto, si è tenuta lo scorso febbraio prima che la pandemia dovuta al Coronavirus prendesse il sopravvento. Quella serata è attesa con trepidazione sia dagli attori in gara che non vedono l’ora di poter vincere la famosa statuetta sia dagli appassionati del cinema e non che attendono con ansia il loro beniamino durante la premiazione.

Ha fatto scalpore, però, il fatto che l’Academy, nel pieno della serata, rifiutasse di mandare in onda uno spot che riguardava i dolori provati da una neomamma dopo il parto.

La pubblicità è stata censurata perché considerata “troppo esplicita” e poco consona a una serata di quel genere.

Nel video, una mamma usa i prodotti di un’azienda specializzata e studiati  proprio per dare qualche beneficio alle mamme che hanno appena partorito, alleviando le sofferenze del post parto che per alcune sono davvero pesanti.

Infatti non tutti, specialmente il genere maschile, può immaginare cosa prova una mamma dopo aver partorito e a cosa è costretta ad andare incontro al suo ritorno in casa perché non solo si deve occupare della creatura che ha appena messo al mondo, ma deve fare i conti con gli atroci dolori del post parto che, per diverso tempo, sono difficili da gestire.

Lo spot che racconta i dolori di una mamma nel post parto viene censurato durante la notte degli Oscar: è polemica

Spot di Frida mom (fonte Youtube @fridamom)
Spot di Frida mom (fonte Youtube @fridamom)

Insomma il post parto è un momento delicato per tutte le mamme e come tale deve essere affrontato, per questo è necessario che una donna dopo aver partorito, oltre a prendersi cura del suo bambino, lo faccia anche di se stessa.

Tanto che in un articolo precedente si è parlato di una beauty routine che ogni neomamma potrebbe fare in questo periodo e che le potrebbe essere di grande sollievo.

LEGGI ANCHE: Post parto: come si gestisce il mal di schiena dopo il travaglio?

In ogni caso, la decisione dell’Academy di censurare quello spot ha fatto rivoltare il popolo del web e non solo gridando allo scandalo per una scelta del genere.


LEGGI ANCHE: “Non sono debole perché piango”: una mamma mostra con una foto cos’è la depressione postparto

Nello spot la donna protagonista è una mamma che ha partorito da poco e nel cuore della notte si alza per andare al bagno.

La pubblicità, quindi, mostra in modo molto crudo la realtà dei fatti cioè le difficoltà incontrate da una neomamma: sia nel fare pipì sia nel camminare, ma anche nel prendersi cura della sua igiene intima.

Nel frattempo però mentre cerca di trovare sollievo, il piccolo inizia a piangere ed è così che la donna è costretta a velocizzare il processo per correre dal bambino.

LEGGI ANCHE: Post parto: ecco tutte le cose belle che accadono a una neomamma

Insomma lo spot non fa altro che mettere in evidenza la cruda realtà dei fatti e quello che ogni neomamma è costretta a vivere dopo aver partorito.

Una condizione che è comune a tutte le donne, ma che sempre più spesso viene taciuta e nascosta per mostrare solo la parte bella della gravidanza.

Lo spot invece, sponsorizzando i prodotti di Frida mom, cerca di sensibilizzare il pubblico mostrando cosa vive una donna in quel periodo ed evitando di sottovalutare le difficoltà che una neomamma è costretta a vivere.

Insomma il gesto dell’Academy, in quella notte così famosa, ha fatto tanto discutere e soprattutto si è attirata le critiche del mondo del web che non può permettere che passi un messaggio del genere.

In un mondo che sta cercando di aprirsi alle diversità e ai bisogni di tutti è fondamentale imparare anche che cosa può provare una neomamma in questi momenti e starle accanto il più possibile in un momento tanto delicato.

E voi unimamme avevate visto questo spot censurato?

Per restare sempre aggiornato su notizie, ricerche e tanto altro continua a seguirci su GOOGLENEWS