“I miei mi dissero di abortire”: Giulia Michelini diventata mamma a 19 anni

L’attrice Giulia Michelini racconta come, a 19 anni, abbia preso una decisione molto difficile.

giulia michelini

Unimamme, oggi vi raccontiamo la storia di un’attrice che forse avrete già visto molte volte sul piccolo schermo: Giulia Michelini.

La storia di Giulia Michelini

Michelini è stata uno dei volti di Distretto di Polizia e Cado dalle nubi, oltre ad avere interpretato la mafiosa Rosy Abate in Squadra Antimafia – Palermo oggi.

Forse non tutti sanno però che Giulia Michelini è diventata mamma a 19 anni. L’attrice ha scoperto di essere incinta molto giovane e non si trattava di una gravidanza “prevista”.

Per questo motivo, inizialmente, non sapeva se tenere o meno il bambino.

Genitori, amici e parenti le consigliavano di abortire “perché un figlio alla tua età ti rovina la vita”.

Così l’attrice ha fissato un appuntamento per l’aborto, ma quando hanno cominciato a chiamare le persone lei si è alzata ed è andata via.

Michelini, che ha raccontato l’accaduto a Vanity Fair, ricorda così quel momento: “ero nel panico totale. Una volta uscita, sono entrata in una cabina telefonica per chiamare mia madre. Sull’apparecchio c’era un elastichetto da bambina, non ricordo se con due cubetti o due ciliegine. Lo so, è stupido, ma vedendolo mi sono detta: va bene così, sto facendo la cosa giusta”.

A complicare la situazione vi era il fatto che Giulia non vedeva il proprio futuro con il padre del bimbo, un ragazzo di 8 anni più grande di lei.

La ragazza sapeva che sarebbe rimasta da sola a dover allevare il figlio.

 “A quell’età non desideravo un figlio, volevo indipendenza, sentirmi libera di andare come un treno, ma questo bambino, dandomi un peso specifico, credo che mi abbia salvato la vita. Ha allontanato la mia parte autolesionista, senza di lui è probabile che mi sarei persa”.

I genitori di Giulia non erano d’accordo con la sua decisione e non è stato facile contrariarli.

“È stata la prima grande decisione della mia vita”.

L’attrice è andata via di casa e i rapporti erano molto tesi, ma dopo un po’ i genitori si sono riavvicinati.

“Oggi mio figlio è la luce dei loro occhi, non so come farebbero se non ci fosse; e non so come farei io senza di loro, perché mi hanno aiutata tantissimo“.

Unimamme, voi cosa ne pensate della storia di Giulia Michelini riportata su Aleteia?

Noi vi lasciamo con un approfondimento su ciò che accade a una mamma dopo un aborto.

Firma: Maria Sole Bosaia

Notizie Correlate

Commenta